Golf e turismo, tra Garda e Franciacorta Brescia è la leonessa d’Italia

Nel corso del 2016 l’Italia ha aumentato del 10% il numero dei green fee stranieri, portandosi da 550.000 a 600.000 presenze nei suoi 417 percorsi, 141 dei quali con almeno 18 buche e quindi turisticamente appetibili dai turisti golfisti internazionali

0
Golf, uno sport che attira sempre più turisti nel Bresciano
Bsnews whatsapp

Brescia tra i primi in Italia nel turismo del golf. Lo confermano i dati forniti a Bresciatourism da Federgolf.

Nel corso del 2016 l’Italia ha aumentato del 10% il numero dei green fee stranieri, portandosi da 550.000 a 600.000 presenze nei suoi 417 percorsi, 141 dei quali con almeno 18 buche e quindi turisticamente appetibili dai turisti golfisti internazionali. La parte del leone la fa sempre la Lombardia e in particolar modo l’area del Lago di Garda che, avvantaggiata dalla vicinanza con il mercato tedesco e da un microclima che permette di giocare a golf anche in inverno, fa registrare più di 100.000 green fee stranieri all’anno. Senza dimenticare la Franciacorta, che gode di un paesaggio particolarmente adatto alla pratica del golf e offre molte proposte collaterali di prestigio, soprattutto in campo enogastronomico. Con 13 Golf Club, 4 dei quali a 27 buche e uno a 18 buche, la provincia di Brescia è seconda solo a quella di Milano (che ne ha 16, di cui uno a 27 buche e 5 a 18 buche).

Il Franciacorta Golf Club visto dall’alto

Considerando una spesa media di 50 euro, i 165.000 green fee lombardi rappresentano entrate per i campi da golf pari a circa 8,25 milioni di euro. Inoltre, valutando che in media un golfista in vacanza gioca una volta ogni due giorni, gli attuali giri di golf effettuati dai giocatori stranieri in Lombardia generano già circa 330.000 presenze nelle strutture alberghiere ed extra alberghiere lombarde, pari a entrate per circa 16,5 milioni di euro all’anno (se si considera un costo medio di circa 50 euro a persona a notte).

In generale, le vacanze golf di stranieri generano un fatturato globale per l’indotto di circa 55 milioni di euro. La spesa pro capite generata dai turisti di golf è 3 volte superiore a quella degli altri turisti.

“Il nostro territorio – ha detto la presidente di Bresciatourism Eleonora Rigotti – può contare su un ricco ventaglio di risorse estremamente differenziate, che vanno dal patrimonio artistico e culturale alle bellezze naturalistiche e l’enogastronomia. In particolare, Brescia è la seconda destinazione turistica in valori assoluti in Lombardia, dopo Milano, dove però ha un peso rilevante il turismo business, ed è la prima per il turismo leisure. Il che dimostra – continua Rigotti – l’efficienza degli esercizi bresciani nel creare valide proposte per il tempo libero degli ospiti. In tale ambito, il golf si sta rivelando fonte attrattiva in continua crescita, sia per l’organizzazione dei club bresciani sia per fattori collaterali, quali il nostro microclima, ideale allo svolgimento dell’attività in quasi tutti i mesi dell’anno, e per la ricchezza di proposte alberghiere e non”.

Fattori incoraggianti, soprattutto se uniti al ricco patrimonio enogastronomico della nostra provincia, che vanta, tra l’altro, 12 dop, 6 igp, 50 prodotti agroalimentari tradizionali, un vino docg, 9 doc e 5 igt e 17 prodotti De.Co, assistendo quest’anno a un’ulteriore valorizzazione, grazie al progetto East Lombardy, per cui, insieme a Bergamo, Mantova e Cremona, è stata nominata Regione europea dell’enogastronomia 2017.

Da queste premesse parte l’azione di Bresciatourism nel promuovere ogni forma di turismo locale, compreso quello golfistico. A tale scopo si svolgerà, dal 15 al 18 giugno, il press trip dedicato a golf ed enogastronomia, in cui saranno coinvolti i Golf Club Bogliaco (Bogliaco) e Chervò (San Vigilio), tra i fiori all’occhiello della Golf Region Lake Garda.

Protagonisti saranno giornalisti inglesi e olandesi, le cui nazioni rappresentano fonti di incoming turistico crescente per la nostra provincia, con 94.229 arrivi e 765.517 presenze dai Paesi Bassi e 92.262 arrivi e 477.615 presenze dal Regno Unito nel 2016. In totale, quindi, il 7.5 % degli arrivi e il 13.4% delle presenze sul flusso turistico estero complessivo nel territorio bresciano.

I giornalisti arriveranno in Italia giovedì 15 giugno e alloggeranno sul lago di Garda, in cui potranno sperimentare l’elevata qualità dei Golf Club, le bellezze delle località lacustri e la nostra buona tavola. Una formula, quella dei viaggi guidati per giornalisti, blogger e tour operator stranieri, ormai consolidata e di grande successo in termini di ricadute sul comparto turistico locale. Come dimostra l’ultimo educational tour, “Gusto: food and wine experience in Brescia”, organizzato in concomitanza alla manifestazione “Brescia con gusto”. Forte, in quest’ultima occasione, è stato il grado di apprezzamento da parte degli ospiti esteri.

“Sono stata diverse volte in Italia per tour formativi sulle varie offerte turistiche – racconta la tour operator olandese Annette Van Dijk (Pharos Reizen) -, ma non ho mai trovato una simile organizzazione. Ho apprezzato sia la città sia la provincia e scoperto soluzioni che di certo piaceranno molto ai miei clienti”.

“Brescia – ha detto Katy Clarke, autrice del blog inglese Untold Morsels Travel – è quello che cercano oggi i turisti europei: un territorio che permette di vivere l’Italia per come è realmente, con le sue tipicità di città antica e le comodità delle metropoli moderne”.

PROGRAMMA DEL TOUR

 

Giovedì 15 giugno

In mattinata arrivo e trasferimento a San Felice del Benaco.

15.30 Incontro con la guida locale e passeggiata a Porto Portese. A seguire, spostamento in barca verso l’Isola del Garda e tour del lago in battello.

19.30 Cena in un ristorante gardesano.

Venerdì 16 giugno

8.00    Arrivo al Bogliaco Golf, con un allenamento di 18 buche, a cui seguirà il pranzo al Bogliaco Golf Club

14.30 Incontro con la guida locale e trasferimento a Gargnano. Vistia alla limonaia “La Malora” e passeggiata a Gargnano.

19.30 Cena in un’osteria tipica della zona.

Sabato 17 giugno

8.00    Arrivo al Golf Club Chervò di San Vigilio e allenamento di 18 buche e pranzo al ristorante del Golf Club.

15.30 Trasferimento a Lonato e visita e degustazione alla cantina “La Perla del Garda”

19.30 Cena in un agriturismo di Manerba.

Domenica 18 giugno

Partenza.

Per chi fosse interessato a incontrare i giornalisti stranieri durante la loro permanenza in Italia, contattare il 333 3680324.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI