CycloVet, Mottinelli: mobilità ciclistica a supporto delle politiche ambientali

Il Presidente della Provincia di Brescia e di Tecla, Pier Luigi Mottinelli, ha partecipato questa mattina alla giornata informativa del progetto CycloVET di Gardone Riviera

0

Il Presidente della Provincia di Brescia e di Tecla, Pier Luigi Mottinelli, ha partecipato questa mattina alla giornata informativa del progetto CycloVET di Gardone Riviera, promossa dall’Associazione Tecla nell’ambito di un progetto europeo che si prefigge di migliorare il percorso professionale degli istruttori di mobilità ciclistica, sviluppando un programma comune di formazione per gli istruttori riconosciuto a livello europeo.

“Un incontro davvero interessante – ha dichiarato Mottinelli –  sulla mobilità ciclistica a supporto delle politiche ambientali, di tutela della salute, sociali e del turismo dei nostri territori. Rendere le nostre città vivibili e sostenibili, con un maggiore utilizzo della bicicletta, utilizzata in modo responsabile, sono certo rientri tra le priorità di qualsiasi amministratore locale. La Provincia di Brescia, vincendo il bando regionale “Promozione del cicloturismo in Lombardia”, è capofila di un progetto, insieme a 10 comuni e alla Comunità Montana della Valle Camonica, per la sistemazione di alcuni tratti della ciclabile dell’Oglio: 415, 647 mila euro di contributo, per un investimento di 831, 295 mila”.

Grande attenzione, dunque, da parte della Provincia al turismo sostenibile che si sviluppa anche attraverso la realizzazione di opere infrastrutturali che da un punto di vista turistico arricchiscono il nostro territorio di nuove mete e intercettano turisti che guardano all’ambiente come a una risorsa da preservare, conoscere e conservare.

“Attraverso i Fondi dei Comuni di Confine– ha ricordato Mottinelli – la Provincia investe 2 milioni di euro per la Progettazione della ciclabile da Limone a Gargnano, un’opera importantissima per il turismo della zona. La politica locale, regionale, nazionale ed europea deve saper mettere i fruitori nelle condizioni di poter utilizzare infrastrutture ciclistiche adeguate e avere una formazione altrettanto professionalizzante. Le opportunità di finanziamento per permettere uno sviluppo della mobilità ciclistica nei nostri territori non mancano a livello europeo e questo progetto CycloVET, che è finanziato dal Programma Erasmus +, ne è un esempio”.

E’ importante avviare iniziative che leghino lo sviluppo delle infrastrutture alla sensibilizzazione della figura dell’istruttore di mobilità ciclistica, figura fondamentale per l’insegnamento responsabile dello strumento della bici, e a quella del mobility manager, aziendale o di area, che ha il compito di operare per migliorare la mobilità su tutto il territorio di competenza.

“Ben venga la Legge 221 del 2015, il cosiddetto Collegato Ambientale –  ha concluso il Presidente –  che raccoglie le disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”.

La legge che incentiva la mobilità sostenibile prevede tra l’altro la figura del mobility manager scolastico che ha il compito di organizzare e coordinare gli spostamenti casa-scuola-casa del personale scolastico e degli alunni, integrare gli itinerari per il trasporto locale e soprattutto favorire l’utilizzo della bicicletta in modo responsabile.

Comments

comments

LEAVE A REPLY