I sindaci: Malinverno (Desenzano), Zanni (Palazzolo) e Coccoli (Gussago)

Poche sorprese, domenica, dal voto dei ballottaggi bresciani. Di seguito tutti i risultati:

1
sindaci
sindaci

Poche sorprese, domenica, dal voto dei ballottaggi dei tre Comuni bresciani chiamati al voto: Desenzano del Garda, Palazzolo e Gussago. Di seguito tutti i risultati e la composizione dei consigli comunali al secondo turno. Qui, invece, i risultati del primo turno.

DESENZANO.

Il candidato del centrodestra Guido Malinverno, forte del vantaggio acquisito al primo turno, è stato eletto sindaco di Desenzano con il 67,5 per cento dei voti, contro il 24,4 del Pd Valentino Righetti. Con loro in Consiglio entrano tre leghisti, due forzisti, due di Desenzano Civica, due di Idee in Comune e uno di Fdi, oltre a due Pd, un membro della Civica Righetti, il candidato sindaco grillino Andrea Spiller e il candidato sindaco Sergio Parolini.

PALAZZOLO.

A Palazzolo  il sindaco uscente Gabriele Zanni è stato confermato con il 53,5 per cento. L’avversario leghista Stefano Raccagni, dunque, ha mancato per un soffio l’aggancio e dovrà accontentarsi di sedere in consiglio con altri quattro esponenti del Carroccio e con il candidato sconfitto Alessandro Mingardi. Nell’assemblea anche dieci consiglieri di Zanni, di cui tre delle civiche minori (due di San Pancrazio, uno di Città in testa).

GUSSAGO.

A Gussago il civico Giovanni Coccoli ha colmato il gap di poche decine di voti che al primo turno lo separava dal rivale Stefano Quarena (Lega), portando a casa buona parte dei voti del Pd al primo turno (19,7 per cento) e vincendo con il 53,03 per cento dei voti. In consiglio il Pd ha eletto un solo consigliere oltre al candidato sconfitto Stefano Bazzana, 2 la Lega, 1 Forza Italia (il candidato Luca Aliprandi) e 10 la civica di Coccoli

Comments

comments

1 COMMENT

  1. E’ finita come doveva: a Desenzano tutto è tornato nelle mani del centrodestra e un’amministrazione fallimentare è stata rispedita a casa, a Palazzolo il bravo Zanni è stato premiato e a Gussago la Lega ha pagato la sua incapacità politica……..

LEAVE A REPLY