Piano Cave, Mottinelli alla Regione: faremo in fretta, ma non da soli

Il presidente del Broletto risponde alla Regione sullo stato del nuovo piano provinciale e sottolinea che l'ente chiederà supporto all'università per la stesura

0
Pier Luigi Mottinelli
Pier Luigi Mottinelli

In relazione alle richieste giunte da Regione Lombardia alla Provincia di Brescia rispetto alla situazione della redazione del Piano Cave, il presidente del Broletto Pier Luigi Mottinelli precisa con una nota che “il Piano Cave è la priorità come mostrato nella Consulta per l’Ambiente, che si è insediata a palazzo Broletto il 12 giugno scorso”.

“Pur nelle difficoltà in cui si trova la Provincia di Brescia – continua Mottinelli – il Settore Ambiente sta procedendo, dopo il Consiglio Provinciale del 27/09/2016, che ha approvato le linee guida per la redazione di un nuovo Piano Cave”.

“E’ volontà della Provincia  –  chiarisce – produrre la fase sostanziale per il Piano Cave entro la fine del mandato di questa Amministrazione, ribadendo a Regione Lombardia la volontà di esercitare la funzione in proprio, credendo che, soprattutto dopo l’esito del referendum del 4 dicembre scorso, il Protocollo siglato a Villa Reale, tra il Presidente di Regione Lombardia e quello di UPL (Unione Province Lombarde), sia un punto fermo di mantenimento in capo alle Province delle funzioni delegate”.

“E’ mia intenzione –  conclude Mottinelli – procedere con sollecitudine, dopo i chiarimenti con Regione Lombardia rispetto alla predisposizione del nuovo Piano Cave, che tenga conto delle risultanze del precedente, tutelando l’Ambiente, ma garantendo nel contempo l’attività imprenditoriale alle aziende estrattrici presenti sul territorio bresciano. La Provincia intende avvalersi della collaborazione dell’Università di Brescia, in supporto ai nostri uffici, che scontano una pensante riduzione di organico”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY