Piano Cave, Grandi (Aib) plaude a Mottinelli: ma bisogna partire subito

Con una nota, il settore Cave di Aib, interviene per manifestare apprezzamento per le dichiarazioni del presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli sul nuovo Piano cave, sollecitandone il varo in tempi brevi

0
Daniela Grandi, presidente del gruppo Gabeca di Calcinato (Bs)
Daniela Grandi, presidente del gruppo Gabeca di Calcinato (Bs)
Bsnews whatsapp

Con una nota, il settore Cave di Aib interviene per manifestare apprezzamento per le dichiarazioni del presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli sul nuovo Piano cave, sollecitandone il varo in tempi brevi.

“In questi giorni – si legge in una nota – le dichiarazioni rilasciate dal Presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli fanno ben sperare in un’accelerazione dell’iter, grazie anche al supporto dell’Università Statale che andrà a supplire alla ben nota carenza di organico del settore Ambiente della Provincia, consentendo finalmente la redazione del Piano, in base alle linee guida approvate lo scorso novembre dal Consiglio.

“Aib”, continua il comunicato, “ringrazia il Presidente Mottinelli per l’attenzione su questa annosa e complessa tematica e per l’equilibrio dimostrato nelle sue dichiarazioni alla stampa, in base alle quali il Piano, in linea con il Piano precedente’tutelerà l’ambiente, ma garantendo nel contempo l’attività imprenditoriale alle aziende estrattici presenti sul territorio bresciano”.

Ma Daniela Grandi, presidente del Settore Industrie Estrattive, Materiali da Costruzione, Legno di AIB, non nascone le sue preoccupazione: “Innanzitutto, l’esperienza di questi anni ci ha lasciato una certa disillusione: molte parole sono state spese, creando nelle aziende aspettative che sono state puntualmente deluse. Nonostante gli sforzi profusi, di fatto non ci siamo mossi di un passo. Siamo inoltre molto preoccupati per i tempi che un Piano Cave come quello per la Provincia di Brescia richiedono. In base all’esperienza da noi finora maturata stimiamo che, dal suo inizio fino alla fase di operatività, se partissimo ora con la predisposizione di un Piano Cave, potremmo estrarre la prima quantità di sabbia ragionevolmente non prima del 2021”.

“Il Presidente Mottinelli”, continua la Grandi, “ha dichiarato inoltre – e lo ringraziamo per questo – che il Piano Cave ‘è la priorità, come mostrato nella Consulta per l’Ambiente insediata il 12 giugno scorso. Soprattutto, è volontà della provincia produrre il Piano Cave entro la fine del mandato di questa amministrazione’. Noi aziende del comparto estrattivo, ribadiamo l’assoluta necessità di calendarizzare velocemente i prossimi passaggi pratici per la predisposizione del Piano e di procedere senza indugio alcuno alla loro implementazione. La situazione è arrivata ad un livello tale che ci impone di trovare in tempi brevissimi una soluzione che sia in grado di scongiurare il totale blocco delle attività estrattive. Vediamo con favore questi segnali positivi che arrivano dalla Provincia”, conclude Daniela Grandi, “ma per essere realmente efficaci per le aziende e per il territorio bresciano, questi segnali devono rapidamente, da subito, convertirsi in azioni atte a garantire un radicale cambio di passo necessario per recuperare, almeno in parte, il pericoloso ritardo accumulato”.

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO

RISPONDI