Legambiente attacca: Gavio e Intesa si sono spartite Teem e Brebemi

Balotta mette nel mirino gli scambi azionari tra l'istituto di credito e il gruppo su due delle principali arterie stradali lombarde.

0
Dario Balotta di Legambiente
Dario Balotta di Legambiente
Bsnews whatsapp

Gavio e Banca Intesa si sono spartite Teem e Brebemi. A lanciare l’accusa è il respobsabile regionale di Legambiente Trasporti Dario Balotta, che mette nel mirino gli scambi azionari tra l’istituto di credito e il gruppo (che recentemente ha anche ottenuto la concessione della Brescia-Cremona) su due delle principali arterie stradali lombarde.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

Accordo tra i due maggiori azionisti di TEEM e Brebemi (il gruppo Gavio e Banca Intesa) che hanno deciso di dividersi la torta delle autostrade lombarde. Gavio acquisterà il 12% di Banca Intesa e andrà a controllare il 51% della TEEM mentre Banca Intesa con il 13% della quota di Gavio otterrà controllo di Brebemi con il 54%. Nate da un’azionariato largamente controllato dagli Enti locali di Milano, Bergamo e Brescia le due autostrade mano a mano che arrivavano i prestiti garantiti dallo Stato e gli aiuti pubblici (per Teem 330 milioni di defiscalizzazione) e (per Brebemi 320 milioni di contributi e l’allungamento della durata della concessione di 6 anni) sono passate piano piano in mano ai privati.

E così adesso che i soldi pubblici garantiscono la redditività Gavio si prende la TEEM  (gestore e costruttore di Autostrade) e BreBeMi va a Banca Intesa ( noto istituto di credito) che aveva detto di voler tornare nel suo perimetro di Banca tradizionale e non di banca sistema dopo le fallimentari partecipazioni in Alitalia, Telecom e RCS. Per fortuna il presidente di banca Intesa aveva detto che  è ora di concentrarsi esclusivamente sui clienti, famiglie e imprese e non nella gestione delle aziende.

Dario Balotta responsabile trasporti Legambiente lombardia

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI