La libreria Resola ha abbassato le saracinesche per l’ultima volta

Dopo decenni di onorato servizio - come annunciato da diversi mesi - la libreria Resola ha abbassato questa sera le saracinesche per l'ultima volta.

0
La Libreria Resola, sita in corso Garibaldi a Brescia
La Libreria Resola, sita in corso Garibaldi a Brescia
Bsnews whatsapp

Brescia ha una libreria in meno. E per chi crede nella cultura come mezzo di elevazione e consapevolezza delle masse non si tratta certo di una buona notizia. Dopo decenni di onorato servizio, infatti – come annunciato da diversi mesi – la libreria Resola ha abbassato questa sera le saracinesche per l’ultima volta.

Il momento dell’addio è arrivato intorno alle 20 di oggi, lunedì 31 luglio, dopo che per tutta la giornata il viavai di clienti impegnati negli acquisti di libri al 50 per cento di sconto è stato costante.

Con Resola se ne va un pezzo importante della storia culturale di Brescia. In tanti, nei decenni, hanno frequentato lo spazio di corso Garibaldi (a due passi dalla Loggia) e qualche esponente del Comune ci ha pure arrotondato la paga settimanale quando era studente (l’assessore alla Mobilità Federico Manzoni, che oggi non ha mancato di comprare l’ultimo libro).

Dopo la morte di Rino (che già nel 2004 lamentava la crisi del settore) e della moglie Barbara, negli anni scorsi è toccato al figlio Franco diventare titolare della storica libreria. Ma il mercato va in un’altra direzione rispetto a quello delle librerie tradizionali: gli ebook (spesso reperibili gratuitamente come gli mp3), le librerie on line e soprattutto Amazon – con la possibilità di accedere in tempo reale a un archivio smisurato, sconti e spedizioni rapidissime – ha fatto la differenza.

Ma più di tutto ha potuto la scarsa propensione alla lettuta degli italiani (e dei bresciani), che da sempre scrivono più libri di quanti ne leggano. Resola ha pagato il suo prezzo, senza sconti. Ora resta da capire cosa ne sarà di quello spazio. Ma la certezza è che domattina Brescia si sveglierà più povera.

 

Comments

comments

Ufficiostampa.net

CALCIOBRESCIANO
CONDIVIDI

RISPONDI