Metro, ok dalla Regione sui fondi. Rolfi e Bordonali: ora ampliamola

Approvato all'unanimità l’emendamento all’assestamento di Bilancio, che prevede un finanziamento da 9 milioni di euro per l’infrastruttura bresciana.

0
Metro

“Ha prevalso il buonsenso e ancora una volta abbiamo dimostrato di preferire i fatti alle polemiche. Ecco come lavora la Regione Lombardia”. Lo ha detto Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia, in merito all’approvazione all’unanimità dell’emendamento all’assestamento di Bilancio, che prevede un finanziamento da 9 milioni di euro per l’infrastruttura bresciana.

“Un ringraziamento va al presidente Roberto Maroni e all’assessore Massimo Garavaglia per aver dimostrato sensibilità nei confronti delle esigenze della nostra città. Brescia merita una collaborazione istituzionale seria per ottenere risultati concreti. Ora che abbiamo risolto definitivamente la questione possiamo pensare alle sfide future, partendo dal referendum sull’autonomia regionale del 22 ottobre che potrà portare ulteriori, ingenti risorse su tutto il territorio lombardo” ha dichiarato l’assessore regionale.

“Una bella notizia per Brescia, dopo anni persi con inutili ricorsi e chiacchiere al vento. Si tratta di un risultato possibile dopo l’emendamento alla Legge di Stabilità regionale, presentato dal sottoscritto lo scorso anno, grazie al quale la metropolitana di Brescia è stata ammessa al riparto dei corrispettivi.” Ha aggiunto il consigliere regionale Fabio Rolfi.

“Questo emendamento – prosegue Rolfi – stanzia un contribuito una tantum per il 2018, che potrà diventare strutturale nel momento in cui saranno definiti i costi standard per il trasporto pubblico, previsti per il 2019. Si tratta dell’epilogo di un lavoro fatto in Regione per le giuste rivendicazioni della Città, al netto delle strumentalizzazioni politiche. Ora si guardi avanti e nello specifico alla necessità di progettare in modo condiviso l’ampliamento di un’infrastruttura attualmente sottodimensionata rispetto alle esigenze di sostenibilità finanziaria.”

Comments

comments

LEAVE A REPLY