Brescia, 70enne spara a ladro d’uva scambiandolo per un malvivente

Quando ha visto un essere umano aggirarsi al limite della sua proprietà, il padrone di casa ha preso la pistola e fatto fuoco, ferendolo leggermente

0
Rapina a mano armata
Rapina a mano armata

Cosa passasse per la testa del padrone di casa non è ancora chiaro. La certezza è che quando ha visto un essere umano aggirarsi furtivamente al limite della sua proprietà, un 70enne residente in città ha impugnato la pistola – regolarmente detenuta – e ha fatto fuoco.

Non ha preso il “bersaglio” (sempre che mirasse a lui e non fosse un maldestro tentativo di spaventarlo), ma è riuscito a ferirlo comunque di traverso, tramite le schegge del muretto colpito.

Peccato che – secondo quanto riportato dal Giornale di Brescia –  la vittima non fosse un malintenzionato, ma un ragazzo del posto – italianissimo – che stava cercando di “rubare” dell’uva dal suo giardino. Per entrambi, ora, potrebbero esserci grane legali (le accuse potenziali sono: furto per l’uno e lesioni per l’altro).

Comments

comments

LEAVE A REPLY