Pioggia e bus in sciopero il primo giorno di scuola, città in tilt

Rallentamenti e code negli orari di punta per l'inizio delle scuole: la poggia e l'agitazione sindacale hanno complicato la situazione

0
Bus in sciopero
Bus in sciopero

Città in tilt negli orari di punta, con lunge code e rallentamenti in diverse zone, per il primo giorno di scuola nel Bresciano. Una situazione attesa, ma aggravata da due circostanze: la pioggia (che ha convinto molti a prendere l’auto) e lo sciopero dei bus proclamato dai sindacati della categoria.

L’adesione – fa sapere una nota congiunta Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Faisa Cisal congiuntamente alle Rsu aziendali di Sia autotrasporti – ha avuto “punte che vanno al 100 per cento”.

“La motivazione che ha spinto le Organizzazioni Sindacali a questo atto estremo il primo giorno di scuola – si legge nel comunicato – è la disdetta unilaterale da parte dell’azienda di tutti gli accordi aziendali, con grave attacco alla retribuzione dei lavoratori e all’organizzazione del lavoro che non potrà non avere effetti più che negativi anche sul servizio che verrà fornito all’utenza. Questa disdetta – continua il testo – arriva in un momento molto delicato in cui il territorio bresciano verrà interessato dalla gara provinciale per l’attribuzione del servizio di trasporto pubblico, e l’azienda Sia, che fa parte di un florido gruppo Arriva di proprietà tedesca, intende con questo atto affrontare tale gare con la logica del massimo ribasso, attaccando il costo del lavoro in maniera irresponsabile e con la logica del mero risparmio e con  effetti assolutamente negativi sul servizio e la qualità di esso che verrà fornito alla cittadinanza”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY