Voli cancellati Ryanair, tutte le risposte ai vostri dubbi – ECCO LA GUIDA

Volo cancellato? Ecco come saperlo, cosa fare, come chiedere rimborso, a chi rivolgersi e altre informazioni utili per chi ha comprato un biglietto

3
Ryanair cancella 2mila voli: che fare? La guida completa di BsNews.it

Voli cancellati, rimborsi da chiedere e – tanto – caos. Ryanar ha annunciato che nelle prossime settimane cancellerà circa 2mila voli, per un totale di 400mila passeggeri che potrebbero rimanere a terra. Anche nel Bresciano sono in molti a utilizzare Ryanair, in particolare partendo dal vicino scalo di Orio al Serio. In questa mini guida cercheremo di offrire tutte le informazioni utili e i consigli per chi ha fatto una prenotazione aerea con la compagnia irlandese (che tra l’altro, pochi giorni fa, aveva annunciato una piccola rivoluzione sui bagagli). Ci concentreremo sulla notizia del giorno, le cancellazioni, e sulle possibili soluzioni.

Ryanair, che succede concretamente?

La risposta è semplice: nelle prossime sei settimane Ryanair (entro il 31 ottobre) cancellerà fino a 50 voli al giorno per le prossime sei settimane. Fino a oggi in Italia e verso mete italiane ne risultano cancellati 702. A questo link potete trovare l’elenco completo di tutti i voli cancellati da Ryanair in Italia. Dunque i voli che avete prenotato potrebbero improvvisamente non partire e sarete costretti a trovare un mezzo alternativo (treno o volo di altra compagnia) anche se avete già pagato. Ora però si apre anche la partita dei rimborsi (che potrebbero costare agli irlandesi oltre 250milioni di euro), che spiegheremo meglio qui sotto. Secondo i dati forniti dalla compagnia, comunque, i disagi rigurderanno “solo” il 2 per cento dei clienti.

Come faccio a sapere se il mio volo Ryanair è stato cancellato?

La risposta è semplice: se non avete ricevuto mail e/o sms da Ryanair – in teoria – il vostro volo non è stato cancellato. Ma se avete ancora dubbi potete consultare  l’elenco ufficiale dei voli soppressi.

Il patron di Ryanair Michael Oleary

Perché Ryanair cancella i voli?

Le motivazioni ufficiali fornite dalla compagnia (che avrebbe anche voluto comprare “in saldo” gli aerei di Alitalia) vanno ricercate nella mancanza di piloti a causa di una programmazione sbagliata dei turni di riposo e della fuga dei comandandi verso altre compagnie, dove troverebbero stipendi molto più allettanti. Inoltre la decisione sarebbe motivata dalla volontà di migliorare la puntualità degli aerei scesa sotto all’80 per cento.

Un volo di Ryanair

Ryanair non ha personale? Perchè?

Ryanair ha migliaia di dipendenti, ma continua ad assumere perché ha un elevato tournover (anche BsNews ha dato conto dell’ultima selezione di persone, a giugno, nell’aeroporto di Bergamo). Il Corriere, in particolare, spiega di aver visionato uno scritto del 13 settembre – inviato a comandanti e primi ufficiali dal capo delle operazioni Michael Hickey – in cui si afferma che “la disponibilità di piloti diminuirà col passare dei mesi, fino a dicembre”. La questione principale – stando a quanto riferito da dipendenti e sindacati attraverso i media – è quella delle basse retribuzioni, tanto che la compagnia avrebbe offerto ai suoi piloti un bonus straordinario fino a 12mila euro in cambio della parziale rinuncia delle spese. Una sentenza della Corte di giustizia ha inoltre autorizzato i dipendenti assunti nei diversi paesi con contratti irlandesi (e quindi depotenziali) a fare causa nei tribunali nazionali, aprendo diversi scenari.

Volo cancellato, a cosa ho diritto?

La risposta in questo caso è articolata. Il rimborso può arrivare fino a 600 euro (indipendentemente dal prezzo del biglietto) se la compagnia ha fornito meno di 14 giorni di preavviso. Il consiglio è dunque quello di fare attenzione a quando si riceve la notifica della cancellazione del volo, che deve essere inviata a ciascun passeggero singolarmente via mail. La compagnia aerea, in qualsiasi caso, deve offrire una tratta alternativa (con partenza al massimo due ore prima e arrivo due ore dopo dell’orario iniziale) oppure un rimborso completo del prezzo del biglietto più una compensazione.

L’importo del rimborso dipende ovviamente dalla distanza di volo e dal motivo del ritardo o della cancellazione. La compensazione prevista dalla legge europea è di 250 euro per tutti i voli fino 1500 chilometri; 400 euro per tutti i voli intra-comunitari di oltre 1500 chilometri e per tutti gli altri voli tra i 1500 ed i 3500 chilometri; e 600 euro per tutti gli altri voli. I passeggeri hanno fino a 3 anni dopo la data del volo per chiederlo. Ma solo il 2 per cento lo fa.

Il logo Ryanair con uno slogan
Il logo Ryanair con uno slogan

Ryanair mi ha cancellato il volo, come posso chiedere il rimborso?

Uno degli strumenti a disposizione degli utenti è Airhelp: il servizio on line di reclami per disservizi di volo più importante del mondo, che in 4 anni ha aiutato oltre 3 milioni di passeggeri, con circa 200 milioni di euro di rimborsi dalle compagnie. Per ottenere il risarcimento, concretamente, basta inviare una domanda on line sul sito ufficiale e da quel momento la società si occuperà del caso, talvolta anche portando le compagnie aeree in tribunale. In caso di risarcimento AirHelp tratterrà il 25 per cento della cifra incassata.

Esistono anche altre soluzioni, però, per chiedere e ottenere un rimborso da Ryanair: una di queste è quella di rivolgersi alle associazioni dei consumatori della propria provincia o di contattare le sedi nazionali controllando i rispettivi siti web: Adiconsum, Adoc, Adusbef, ACU, Altroconsumo, Codacons, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori e Sportello dei Diritti hanno certamente attivato servizi di aiuto collegati al disagio.

Anche sul sito ufficiale di Ryanair è possibile presentare domanda di rimborso. Ma prima è consigliabile rivolgersi a un esperto per conoscere i propri diritti.

L'aeroporto di Orio al Serio è la base della compagnia irlandese Ryanair in Lombardia
L’aeroporto di Orio al Serio è la base della compagnia irlandese Ryanair in Lombardia

Comments

comments

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY