Valtènesi, vendemmia al via sotto i migliori auspici

La raccolta è partita con un anticipo di dieci giorni circa rispetto allo scorso anno

0
Uva durante la vendemmia - foto da ufficio stampa
Uva durante la vendemmia - foto da ufficio stampa

Ha preso il via nei giorni scorsi in Valtènesi la vendemmia delle uve Doc Groppello, Marzemino, Barbera e Sangiovese destinate alla produzione del Chiaretto, a cui seguirà nella seconda metà di settembre la selezione per i rossi.

La raccolta è partita con un anticipo di dieci giorni circa rispetto allo scorso anno, ma solo tre giorni prima rispetto al 2015, delineando il profilo di un’annata medio-precoce che, nonostante l’estate particolarmente calda, non ha fatto registrare accelerazioni particolarmente eccezionali. Inoltre l’abbassamento delle temperature e le piogge degli ultimi dieci giorni hanno ulteriormente contribuito a riallineare l’andamento delle maturazioni a quello di un’annata normale.

Dal punto di vista quantitativo si preannuncia un calo della produzione nell’ordine del -20%, riconducibile in particolar modo alla gelata del 19 aprile e alla siccità agostana.

Sul fronte sanitario però l’annata si presenta perfetta: sul lago compessivamente l’andamento vegetativo estivo è stato regolare ed equilibrato, con alternanza ideale tra periodi di caldo e piogge, né troppo abbondanti né troppo scarse, che hanno consentito uno sviluppo ideale delle piante con una riduzione degli interventi antiparassitari nell’ordine del 40%.

Le uve si presentano quindi sane ed in perfette condizioni, con un ottimo profilo sia aromatico e con gradi zuccherini in rialzo rispetto alle ultime vendemmie. L’attesa è per vini molto interessanti sia in termini di complessità che longevità.

Il rito della vendemmia per la Doc Riviera del Garda Classico sarà come sempre celebrato con la grande festa di “Profumi di Mosto”, l’ormai tradizionale itinerario enogastronomico in cantina previsto per domenica 8 ottobre: la 16esima edizione della manifestazione vedrà quest’anno la partecipazione di 21 aziende agricole, suddivise in tre circuiti dall’entroterra alla riviera.

Comments

comments

LEAVE A REPLY