Al via la terza edizione di A BI BOOK: storie, colori e fuori Festival

Organizzato dalle società cooperative onlus Co.librì e Zeroventi, con il contributo di Fondazione Cariplo e in sinergia con il Comune di Brescia

0
Un momento del convegno - foto da ufficio stampa
Un momento del convegno - foto da ufficio stampa

È iniziata sabato la terza edizione del festival dedicato alla lettura per la prima infanzia. Un week-end pieno di storie e colori che ha portato nelle strade e piazze di Brescia decine di bambini e famiglie.

Organizzato dalle società cooperative onlus Co.librì e Zeroventi, con il contributo di Fondazione Cariplo e in sinergia con il Comune di Brescia, A BI BOOK non si limiterà a riempire di eventi, storie e libri le piazze del centro città: nei prossimi giorni contaminerà infatti anche le scuole e gli esercizi pubblici arrivando perfino a Barcellona.

Si è partiti con il convegno “Con un libro tra le mani: tocco, sfoglio, leggo” sabato mattina presso il MO.CA (centro per le nuove culture), a cui hanno preso parte: Mario Valle (visualization expert del centro svizzero di calcolo scientifico), Alberto Oliverio (medico biologo, studioso di psicobiologia), Cinzia Corti (responsabile dei laboratori Metodo Bruno Munari) e Patrizia Enzi (psicopedagogista e formatrice dell’Opera Nazionale Montessori). Un viaggio tra neuroscienza, “l’apprendimento che passa attraverso il tatto e la manipolazione del libro”, i pre libri di Munari “come aiuto e ponte per avvicinarsi alla lettura” e il metodo montessoriano, secondo il quale “è nel fare che il bambino impara”.

Mentre domenica pomeriggio protagonisti sono stati il disegno e i colori grazie al BIG DRAW. A BI BOOK ha infatti ospitato il festival internazionale del disegno, l’iniziativa a cura di Cooperativa Co.librì e Zeroventi, con la rete Lib(e)ri libri e in collaborazione con Brescia Musei, promosso da Fabriano Cartiere e dall’assessorato alla scuola del Comune di Brescia. Presso la tensostrutura di Piazza Mercato, guidati in dieci laboratori diversi, decine di piccoli e grandi artisti hanno disegnato con creatività e mille colori quello che vedono e che immaginano guardando il cielo.

Il festival si diffonderà poi in città e non solo. In programma questa settimana (martedì 26 e mercoledì 27 settembre), infatti, una serie di letture in dieci scuole dell’infanzia della città di Brescia – scelte con l’Assessore alla Scuola Roberta Morelli – “Contaminiamo le scuole – spiega Luigi Paladin, direttore artistico del festival – per far conoscere ai più piccoli quanto è bello leggere”.

Ma coinvolgerà anche i bar della città: da domani e per tutta la durata del festival 7 bar cittadini ospiteranno un corner A BI BOOK con materiale informativo e promozionale relativo al festival, ma anche libri (in vendita presso la Nuova Libreria Rinascita) per genitori e piccoli lettori.

In più, per la prima volta, il festival della lettura per l’infanzia varcherà i confini nazionali grazie alla collaborazione con La libreria Italiana di Barcellona, che ospiterà in Spagna un corner del festival A BI BOOK.

Gli appuntamenti del festival proseguiranno poi nel fine settimana. Da non perdere l’inaugurazione dello spazio Eventi Book in piazza del mercato, venerdì 29 settembre dalle ore 15,30, con l’officina del libro, particolari spazi multimediali, un’area Montessori (arredata a misura di bambino a cura di GAM: Gonzagarredi Montessori), una selezione dei migliori lavori realizzati durante il Big draw e dei segnalibri premiati nella maratona della lettura 2017.

Sabato 30 settembre dalle 19,30 alle 22 spazio invece ad un’iniziativa di solidarietà con asta silenziosa, una raccolta fondi a favore della biblioteca per bambini e ragazzi di Lampedusa in collaborazione con IBBY Italia (International Board on Book for Young People).

Comments

comments

LEAVE A REPLY