Tpl, Brescia è pronta per il biglietto elettronico

L'Agenzia del Tpl è stata rimandata di un anno - dalla Regione - ma Brescia è pronta per il biglietto elettronico che potrebbe essere introdotto nel 2018.

0
Autobus a Brescia
Autobus a Brescia

Brescia è pronta, ma la Regione no. Quindi la costituzione dell’Agenzia per il locale slitta al 2019, come riporta il Giornale di Brescia. Ma la città era davvero già pronta ad affrontare il passo, così – mentre dal Pirellone prendono un anno di tempo per definire i costi standard – per il 2018 la Leonessa annuncia l’introduzione del biglietto elettronico.

Non ci saranno più, quindi, biglietti cartacei e tessere, ma l’analisi del titolo di viaggio avverrà attraverso la tecnologia contactless i cui rilevatori saranno installati sui 550 mezzi del trasporto pubblico di città e provincia. Lo stesso ticket sarà utilizzabile su tutti i mezzi della provincia e anche Trenord. Questa nuova tecnologia consentirà di avere una mappatura puntuale dei movimenti dei passeggeri. Servono 9,7 milioni di euro per attuarla, e la sovvenzione di metà del progetto dovrebbe arrivare dalla Regione.

Sempre i finanziamenti pubblici saranno al centro della costituzione dell’Agenzia del Tpl che, una volta inaugurata ufficialmente, dovrà bandire una gara per l’assegnazione della gestione del trasporto pubblico in città e provincia per sette anni. Un bando di gara che vale dai 350 ai 400 milioni di euro, ma prima sarà necessario capire quante risorse si avranno a disposizione.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome