Loggia, consiglio comunale bollente sulla Centrale del latte

Questa mattina, a Palazzo Loggia, non sono mancate le urla quando è arrivato il momento di discutere le sorti della Centrale del latte, che sarà esclusa dalla rete del decreto Madia grazie alla trattativa fra Del Bono e il governo

0
Palazzo Loggia
Palazzo Loggia

Le elezioni si avvicinano. E – come da copione – i consigli comunali si fanno sempre più roventi. Questa mattina, a Palazzo Loggia, non sono mancate le urla quando è arrivato il momento di discutere le sorti della Centrale del latte, che sarà esclusa dalla rete del decreto Madia grazie alla trattativa fra Del Bono e il governo.

Ma l’assenza del sindaco in aula ha mandato su tutte le furie l’opposizione. Con vibranti polemiche (e perfino urla) da parte dei consiglieri forzisti Giorgio Maione (che ha abbandonato l’aula esclamando all’indirizzo di Laura Prenza: “Se lo faccia lei il consiglio comunale”) e Paola Vilardi e del leghita Massimo Tacconi. La tregua, dopo accuse di parzialità alla presidente del consiglio comunale, è arrivata solo con la proposta del Pd di rinviare il punto del dibattito al pomeriggio.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY