Brescia, al via le asfaltature nel quartiere Don Bosco

Gli interventi verranno effettuati di notte per ridurre al minimo l’impatto sul traffico

12
Lavori di asfaltatura
Lavori di asfaltatura

Stanno per essere ultimati i cantieri stradali che hanno interessato il quartiere Don Bosco in questo ultimo periodo.

Sono infatti in programma, da mercoledì 4 ottobre a venerdì 6 ottobre, alcuni lavori di asfaltatura che riguarderanno le rotatorie del quartiere Don Bosco. Gli interventi verranno effettuati di notte per ridurre al minimo l’impatto sul traffico.

In particolare, nella notte tra mercoledì 4 ottobre e giovedì 5 ottobre sarà asfaltata la rotatoria tra via Corsica e via Cefalonia. I lavori sulla rotatoria tra via Corsica e via Lamarmora e sulla rotatoria tra via Dalmazia e via San Giovanni Bosco, invece, si svolgeranno nella notte tra giovedì 5 ottobre e venerdì 6 ottobre e nella notte tra venerdì 6 ottobre e sabato 7 ottobre.

Lunedì 9 ottobre, inoltre, potrebbero essere eseguiti alcuni interventi di finitura delle piste ciclabili (eventualmente anche di giorno). Le opere che stanno per essere ultimate rappresentano un’importante riqualificazione della viabilità urbana. Favoriranno una maggiore sicurezza della circolazione, con particolare attenzione agli utenti deboli della strada.

Comments

comments

12 COMMENTS

  1. Ricordo che esistono cementi e asfalti composti da materiali fotocatalitici, formidabili per combattere l ‘inquinamento, prodotti e brevettati da Italcementi e fabbricati anche da un’azienda bresciana.
    Combattiamo l’aria malata non solo con divieti !!!!

    • Lo ricordi direttamente al Sindaco. Non è, lei Belli, uno dei saggi “consulenti” del primo cittadino ? A proposito, su quanti consigli l’hanno seguita in questi cinque anni Del Bono e la sua Giunta ? La rinomineranno anche per la tornata 2018-2023 ?

  2. E, già che ci siamo, ricordi anche al Signor Sindaco di ascoltare e dare attuazione alle innumerevoli segnalazioni dei cittadini, trattati da cani dai vari tecnici ed assessori, oppure completamente ignorati, nella classica visione, tanto cara al Belli, del politico non legato ai partiti e al potere ma alla società civile…

  3. Asfalti e piastrelle antinquinamento e lavaggio delle strade di maggior transito sono veri provvedimenti, non ridurre un poco la velocità o proibire questo o quello !

  4. A Nostradamus/ considerazione. Personalmente dico, scrivo,discuto, propongo ma non sono così autorevole per imporre le mie raccomandazione. Se nelle mie proposte crede la città, mi aiuti coralmente. Le amministrazioni ( su questi temi sia comunali che provinciali e a volte regionali) vanno sempre spinte dalla pluralità dei cittadini. Help!

    • Non sarà autorevole per imporre, ma ha certamente l’autorità (in veste di saggio e consulente del primo cittadino che l’ha personalmente nominata) per farsi sentire e fare proposte. La pluralità dei cittadini fa invece riferimento, nella democrazia rappresentativa, ai propri rappresentanti nelle Istituzioni. Belli, a questo punto per far conoscere e apprezzare le sue idee e le sue soluzioni, si candidi alla prossima tornata elettorale. Semplice…

  5. Inoltre ha anche la possibilità di esprimere al sindaco e alla giunta tutto ciò che non va e riferire ai cittadini quanto non viene fatto o quanto non viene ascoltato. Oppure fate come il clero che si autonomina, nomina chi li deve controllare che naturalmente non deve contraddire o ostacolare chi l’ha nominato e alla fine, quando c’è qualcosa che non va, tutto rimane come prima e si continua con le cortesie e le gioie? E quindi, se secondo lei va tutto bene, lo dica. Se c’è qualche cosa che non va lo segnali e lo dichiari ai cittadini. E, se non l’ascoltano, denunci il fatto ai cittadini e si candidi…

  6. Affinché gli interventi anti smog siano efficaci, devono essere applicati su aree vaste e spesso in contemporanea. Ciò vuol dire che più enti sono coinvolti, come Provincia, Comune, Anas, privati, ec.. Ecco perché ritengo che una consistente ” pluralità di cittadini” dovrebbe premere, meglio se in modo uniforme, sulle varie amministrazioni e sugli enti interessati
    Grazie per l’invito a candidarmi.

  7. Come sempre non risponde su quello che puo’ fare, ma parla ampiamente su quello che non puo’ fare. O meglio, che potrebbe fare, ma che bisogna che facciano prima gli altri, e quindi lui e’ esonerato, anche se ricopre una carica. Proprio come monari, dove puo’ non fa e dove non puo’ dice che vorrebbe fare….

  8. Sono parte della ” pluralità di cittadini ” che fa. Mi è difficile trovare sul mercato una bacchetta magica, tuttavia, come tanti altri cittadini a vari livelli, lavoro per la mia città.( sto anche progettando un sanificatore al triossido di tungsteno ad uso cittadino )
    Non ho visto lei presente all’incontro operativo ” Brescia 2030″ che ho organizzato poco tempo fa, e neppure al precedente.
    A presto

  9. Oh, finalmente, ammette di non avere la verità in tasca. Chissà perchè quando non si ricoprono cariche è tutto semplice e facile da risolvere, mentre quando si è chiamati a rispondere concretamente, tutto diventa relativo. E questo lo riscontra maggiormente tanto più si sale nella scala sociale. Proprio come la chiesa: quando si tratta di puntare il dito sugli altri si hanno soluzioni innovative e logiche, quando invece è la stessa chiesa chiamata a risolvere i problemi che continua ossessivamente ad evidenziare, allora tutto si fa relativo e si risolve meno di quello che fa il mondo laico. Ricorderò sempre Monari e la sua soluzione al problema dell’accoglienza a Brescia dei profughi: microaccoglienza. Quando invita le sue parrocchie ad accogliere però su circa 490, ne rispondono neanche il 5%. E le scuse non mancano: bisogna mettere a norma i locali (lo stato no invece), bisogna trovare le risorse (lo stato invece non ha difficoltà in questo), pagare utenze, persone che li seguono, firmare convenzioni e incassare soldi naturalmente perchè gratis non lo fate, ecc… Ma l’emergenza è emergenza, o lo è solo quando se la devono accollare gli altri? Insomma tutto semplice quando si è elite e non si vivono quotidianamente i problemi…

  10. In tasca ho sempre avuto il fazzoletto !
    Il prossimo articolo lo dedicherò alle malattie dell formiche africane. Sono certo che anche qui scriverà critiche e insulti alla Chiesa e al Vescovo Monari…..

LEAVE A REPLY