Librixia, domenica si chiude in bellezza con Sgarbi e Tremonti

Alle 21 in Vanvitelliano, a conclusione della giornata e dell’intero evento di Librixia 2017, arriveranno Vittorio Sgarbi e Giulio Tremonti, autori di “Rinascimento. Con la cultura (non) si mangia”

0
Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi

Si concluderà domenica 8 ottobre Librixia 2017 – Fiera del Libro di Brescia, nata dalla collaborazione tra Comune di Brescia, Ancos – circolo culturale di Confartigianato Brescia e Bcc Agrobresciano, con un’ultima giornata densa di incontri e appuntamenti di qualità.

In apertura, alle 11, Marina Cazzaniga presenterà il libro “Donne in estemporanea”. Seguirà, alle 12, Peter Obehi Ewanfoh con il suo libro sulle diversità culturali nelle scuole italiane dal titolo “Il colore dei nostri figli”. Alle 14 Stefania Cretella parlerà de “Il ridotto del Teatro Grande”. Alle 15 sarà la volta di Massimiliano Battagliola, con la presentazione di “Saverio De Sario. Un clamoroso caso giudiziario. Un’innocenza rivista”. Alle 16 si proseguirà con “Per amore e desiderio. Lettera all’uomo che sari” di Adelaide Baldo, libro in cui l’autrice concepisce l’arte dello scrivere come un vero e proprio esercizio di responsabilità verso le generazioni presenti e future. Alle 17 (e non alle 18 come precedentemente comunicato) Maria Rita Parsi parlerà del suo libro “Se non ti amo più. Quando lasciarsi bene diventa una risorsa anche per i figli. All’evento parteciperà anche Carlo Piccinato.

Dalle 18 la Fiera del Libro si sposterà nel salone Vanvitelliano di palazzo della Loggia per la presentazione di “Democrazie senza memoria” di Luciano Violante. Alle 19, sempre nel salone Vanvitelliano, seguirà Massimo Tedeschi con il suo libro “Processo a Montini. Paolo VI nel racconto dei testimoni bresciani”.

Alle 21 in Vanvitelliano, a conclusione della giornata e dell’intero evento di Librixia 2017, arriveranno Vittorio Sgarbi e Giulio Tremonti, autori di “Rinascimento. Con la cultura (non) si mangia”. Il libro si sofferma sulle superstizioni, frutto della moderna civiltà ipertecnologica, e evidenzia come queste possano impedire la realizzazione spirituale e civile dell’individuo. Ecco, allora, perché è necessario ipotizzare un nuovo Rinascimento, in cui la politica e l’arte possano tornare al centro dell’interesse di ognuno di noi.

I libri su Brescia o scritti da autori bresciani li trovi nella nostra libreria on line.

Comments

comments

LEAVE A REPLY