Giovanni Armanini torna in Italia: è lui il nuovo direttore del Brescia Calcio

Il giornalista sarà portavoce e avrà la supervisione delle aree organizzazione e risorse umane, commerciale e marketing, relazioni esterne e comunicazione

0
Il giornalista Giovanni Armanini con l’ex pallone d’oro Denis Law
Il giornalista Giovanni Armanini con l’ex pallone d’oro Denis Law

Nella giornata di oggi il presidente del Brescia calcio, Massimo Cellino, ha raggiunto un nuovo accordo di collaborazione che andrà ad arricchire l’organigramma societario. Giovanni Armanini entra a far parte della società in qualità di direttore organizzativo.

In particolare Armanini (nella foto con l’ex pallone d’oro Denis Law), che farà riferimento direttamente al presidente Cellino, sarà portavoce della società e avrà la supervisione delle aree organizzazione e risorse umane, commerciale e marketing, relazioni esterne e comunicazione.

“L’obiettivo è quello di arricchire l’organico societario – ha commentato Cellino -. Abbiamo individuato una figura che fa al caso nostro per esperienza, conoscenza del territorio e professionalità, maturata anche a livello internazionale”.

“Sono contento – ha aggiunto Armanini – di poter affiancare il presidente in una avventura affascinante, con l’intento di dare solide prospettive al club in questa nuova fase della sua storia”.

Armanini viene da una esperienza professionale in Inghilterra dove ha lavorato su progetti di monetizzazione dei contenuti digitali per club e leghe sportive (tra cui la English Football League) e, più recentemente, come consulente per il mercato italiano, con Mi Hiepa, startup specializzata nella realtà virtuale al servizio degli staff tecnici e dei match analyst. Le sue esperienze nel mondo del calcio sono iniziate anni fa nell’area sviluppo di Digitalsoccer Project Panini Digital.

È stato coordinatore editoriale del sito di analisi economico sportiva calcioefinanza.it e vanta una lunga esperienza nei media nazionali (come corrispondente di Tuttosport per la Premier League) e locali (come redattore di Bresciaoggi e collaboratore del Giornale di Brescia).

Comments

comments

LEAVE A REPLY