Che cosa determina il prezzo dell’oro?

In questa guida, abbiamo elencato quali sono i fattori che maggiormente sono determinanti nella variazione del prezzo di questo metallo prezioso

1
Lingotti d'oro
Lingotti d'oro

L’oro è uno dei metalli preziosi più utilizzati nel corso della storia dell’uomo. Gli egizi hanno iniziato ad eseguire le prime fusioni d’oro intorno al 3600 aC, e da quel momento quel metallo ha iniziato a diventare sempre più ricercato come componente di gioielli o opere d’arte. L’umanità è sempre più affascinata dall’oro, e il desiderio di possederlo a portare al sorgere di corse all’oro e a grandi guerre.

Ai giorni nostri, l’oro non è ricercato solo per la creazione di gioielli ma anche come forma d’investimento per le proprie finanze. Inoltre, è utilizzato per la produzione di alcuni dispositivi elettronici e medicali. Negli ultimi anni, il prezzo dell’oro è costantemente in salita nelle borse di tutto il mondo.

Quali sono i fattori che determinano il prezzo dell’oro?

Il prezzo dell’oro non è mai fisso, poiché ci sono una serie di fattori diretti e meno diretti che ne determinano la variazione di prezzo. Per determinare quanto costa un lingotto d’oro in un preciso momento della giornata, basta aprire il proprio personal computer e digitare l’indirizzo del proprio istituto finanziario o di qualche sito che si occupa d’investimento. In questa guida, abbiamo elencato quali sono i fattori che maggiormente sono determinanti nella variazione del prezzo di questo metallo prezioso.

Riserve banche centrali

Le banche centrali mantengono sempre delle scorte in oro nei propri caveau.  Il World Gold Council ha affermato che le banche centrali hanno recentemente iniziato ad acquistare più oro di quanto ne vendono, cosa che non avveniva da molti anni. Mentre le banche centrali di solito tendono a diversificare le proprie riserve monetarie, un aumento di oro a discapito della presenza di valute di carta può solo che far incrementare il valore di questo metallo prezioso.

Molte nazioni in tutto il mondo dispongono di grandi quantità di oro, tra queste possiamo citare gli Stati Uniti d’America, la Germania, l’Italia, la Francia, il Portogallo e la Grecia.

Valore del Dollaro USA

Il prezzo dell’oro è generalmente inversamente correlato al valore del dollaro statunitense. Un dollaro USA più forte tende a mantenere il prezzo dell’oro più basso e controllato, per contro parte un dollaro americano più debole può portare all’aumento del prezzo dell’oro. Questa fluttuazione del prezzo dell’oro, è dovuta alla tendenza che hanno gli investitori a scambiare dollari quando la valuta è molto forte e a rifugiarsi invece nell’oro quando il prezzo è in forte calo. Nei periodi d’incertezza economica, la richiesta di oro è sempre maggiore.

Richiesta del mercato della gioielleria e industriale

Nel 2010 il mercato dei gioielli rappresentava circa il 54% della domanda d’oro in tutto il mondo, il che si trasforma in circa 3800 tonnellate di oro annuali. India, Cina e Stati Uniti sono gli stati dove maggiormente è presente questo tipo di richiesta. Il mercato industriale invece, sempre nel 2010 rappresentava il 12% della domanda mondiale per utilizzo in campo medico e industriale nel settore dell’elettronica di precisione.

I prezzi dell’oro possono essere influenzati dall’incremento di richieste di materiale in questi due mercati. L’incremento di beni di consumo dove sono presenti circuiti costruiti in oro, può sicuramente essere una causa dell’incremento del prezzo dell’oro.

Instabilità economica

Durante i periodi di incertezza economica, come si è visto negli ultimi anni in tutto il mondo e verso la fine del 2000, sempre più persone hanno scelto d’investire parte dei propri risparmi nell’oro. L’oro è spesso considerato un “rifugio sicuro” per gli investitori in questi momenti storici così pieni di dubbi.

Quando i rendimenti attesi o reali su obbligazioni e azioni diminuiscono o sono fortemente incerti l’interesse per gli investimenti in oro aumentano. L’oro può essere utilizzato come una copertura contro la svalutazione monetaria, l’inflazione o la deflazione. Inoltre, l’oro è considerato una copertura come protezione da eventuali instabilità politiche.

Estrazione dell’oro

Le principali nazioni presenti nel settore dell’estrazione mineraria mondiale sono la Cina, il Sudafrica, gli Stati Uniti d’America e il Perù. La produzione di oro nel mondo è in grado d’influire sul prezzo dell’oro. Fin dai primi anni del 2000, la produzione di oro è sempre in declino. Questa diminuzione è dettata dal fatto che ora le compagnie minerarie sono costrette a scavare molto in profondità per estrarre l’oro. I filoni che si trovavano nella parte superiore dei loro bacini di estrazione, sembra che siano del tutto esauriti.

Il fatto che l’oro sia più impegnativo da estrarre porta a un’altra serie di problemi: i minatori sono esposti a pericoli maggiori e l’impatto ambientale è maggiore. In breve, il prezzo per l’estrazione dell’oro è sempre maggiore. Questi aumenti nel costo di estrazione nelle miniere d’oro, portano il prezzo dell’oro a salire ogni anno.

La domanda di oro è sempre costante o in aumento, fino a quando anche le Banche Centrali saranno interessate ad avere quantità di questo metallo come riserva. Investire in questo tipo di metallo è sicuramente una scelta ideale, in particolare se si è interessati a trovare un prodotto finanziario a medio/lungo termine e che non determini una grossa conoscenza del mondo degli investimenti finanziari.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. L’oro è il metallo prezioso più conosciuto e commercializzato nel mondo, le sue caratteristiche uniche oltre ad averlo reso molto utilizzato per la creazione di oggetti decorativi sia per le persone che per gli ambienti, gli hanno relegato un ruolo di primaria importanza nel commercio in tempi antichi e nella finanza nei mercati moderni.
    Attualmente l’oro è considerato come il bene rifugio per eccellenza dagli investitori e viene acquistato soprattutto nei periodi di sfiducia nei mercati azionari.

LEAVE A REPLY