Sgominata la banda dell’autostrada: aveva fatto 78 colpi in pochi mesi

I malviventi partivano da Soiano del lago, per poi spingersi - scavalcando le recinzioni - nelle proprietà private adiacenti alle autostrade e razziare le abitazioni

0
Carabinieri in azione

Avevano messo a segno ben 78 colpi nell’arco di pochi mesi, spaziando su 12 province del Nord Italia. Tutti partendo da Soiano del lago, per poi spingersi – scavalcando le recinzioni – nelle proprietà private adiacenti alle autostrade e razziare le abitazioni anche in pieno giorno. Con questa accusa sono stati arrestati dai Carabinieri di Palmanova (in provincia di Udine) due rumeni, mentre un terzo è ricercato.

Secondo quanto ricostruito dai militari, i rumeni si muovevano a bordo di un furgone e utilizzavano sempre lo stesso copione, utilizzando piazzole e aree di servizio come basi per i colpi. Il lavoro di indagine dei Carabinieri e i successivi appostamenti – secondo quanto riferito da Bresciaoggi – hanno permesso di arrestare due ladri in flagranza, recuperando un bottino di ben 20mila euro. All’appello manca ancora un terzo uomo.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome