Carmine, i vigili arrestano lo spacciatore tunisino in bicicletta

L’uomo si spostava su due ruote tra via S. Faustino, Rua Sovera, largo Formentone, corso Mameli, via Battaglie e via Capriolo

0
Polizia Municipale
Polizia Locale di Brescia

Prosegue l’azione della Polizia Locale per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti. Nel tardo pomeriggio di venerdì 27 ottobre una pattuglia, in abiti civili e con veicoli di copertura, ha tenuto sotto controllo i movimenti di un tunisino di 50 anni nella zona del quartiere Carmine.  L’uomo si spostava in bicicletta tra via S. Faustino, Rua Sovera, largo Formentone, corso Mameli, via Battaglie, via Capriolo e contrada Carmine, incontrando alcune persone note alle forze dell’ordine come tossicodipendenti.

Gli agenti hanno pedinato il tunisino che, dopo aver percorso piazzale Cesare Battisti, via Trento e via Montesuello, ha incontrato un giovane italiano che lo attendeva a bordo di un’autovettura in sosta.

Dopo aver scambiato due chiacchiere confidenziali, il cinquantenne ha consegnato all’italiano un sacchetto ricevendo in cambio del denaro.

Successivamente il tunisino, a bordo della sua bicicletta, si è allontanato rapidamente dirigendosi verso il centro storico, mentre il giovane è stato fermato vicino al punto dove era avvenuto l’incontro. L’italiano aveva con sé una confezione in cellophane contenente quasi un grammo di eroina.

La pattuglia ha poi seguito il cinquantenne che, in via Capriolo, ha incontrato un altro tossicodipendente. L’uomo stava per scambiare altra droga, quando gli agenti in borghese l’hanno perquisito. Nella custodia della catena della bicicletta sono stati scoperti circa cinque grammi di eroina e un grammo e mezzo di cocaina. Nei suoi indumenti sono stati trovati 285 euro in banconote di piccolo taglio, probabile frutto dell’attività illecita.

L’uomo è stato quindi accompagnato al Comando di via Donegani e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Comments

comments

LEAVE A REPLY