Uccisa a quattro anni dalla malaria: forse fu contagiata in ospedale

Il ceppo della malattia che ha stroncato la piccola sarebbe lo stesso che aveva contagiato due bimbe del Burkina Faso ricoverate con lei

0
I genitori e la piccola morta di malaria al civile

Sarebbe stata contagiata all’ospedale Santa Chiara di Trento – non da una zanzara – Sofia Zago, la piccola di quattro anni morta all’ospedale civile di Brescia a inizio settembre a causa della malaria. Il ceppo della malattia, infatti – secondo quanto riportato dal Corriere e ripreso da diversi media – corrisponderebbe a quello di due bambine del Burkina Faso che si trovavano ricoverate nell’ospedale in quel momento. Una circostanza che potrebbe far pensare a qualche grave errore del personale sanitario trentino.

La piccola – riferiva una nota dell’ospedale Civile – era arrivata in elisoccorso sabato 2 settembre dall’Ospedale Santa Chiara di Trento, dove era stata ricoverata la mattina stessa. Era già in stato di coma. I medici hanno proseguito e potenziato la terapia antimalarica avviata dai colleghi trentini: purtroppo la piccola presentava febbre altissima e si erano già innescati i meccanismi di patogenesi del danno celebrale che hanno causato il decesso.

Sulle cause della malattia la procura di Trento aveva aperto un’indagine per omicidio colposo. Ad attendere l’esito delle indagini i genitori della piccola, anche se la verità non basterà a restituire loro la piccola Sofia.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome