Bagnolo Mella, definito il piano delle opere pubbliche

Tanta "carne al fuoco", dunque, che preannuncia fin d'ora un 2018 all'insegna dei lavori in corso

0
Municipio di Bagnolo Mella - www.bsnews.it
Municipio di Bagnolo Mella - www.bsnews.it

L’Amministrazione Comunale di Bagnolo ha definito le opere pubbliche che verranno realizzate nel 2018. Il piano delle opere pubbliche è stato messo a punto in modo ufficiale grazie anche alla variazione di bilancio che è stata approvata nel Consiglio Comunale dello scorso lunedì 30 ottobre, una seduta che ha confermato i progetti di lavoro stilati dal Comune guidato dal sindaco Cristina Almici ed ha indicato espressamente i progetti che verranno realizzati nei prossimi dodici mesi.

Un “disegno” assai ambizioso, che ha visto avvicinarsi il traguardo previsto grazie anche ai significativi introiti che nell’ultimo periodo hanno “arricchito” le casse comunali bagnolesi (compresi i 500.000 euro introitati dalla Socim per la vendita di rea pubblica).

Il risultato di questa attenta analisi è che con l’inizio del 2018 prenderanno il via i lavori per la realizzazione del Centro Operativo Comunale (nell’area dell’ex CAG), della rotonda di viale Italia, verranno risistemati e riqualificati gli impianti sportivi di via Borgo e comincerà la fase operativa anche per la bretella che congiungerà la SPVII e la ex SS 45 bis, senza dimenticare la prosecuzione della manutenzione stradale che vedrà a sua volta la realizzazione di un nuovo stralcio. A tal proposito, proprio grazie alle variazioni inserite a bilancio, il Comune di Bagnolo Mella ha già stanziato i 200.000 euro necessari per la compartecipazione (sul 1.700.000 euro di costo totale) alla realizzazione di quest’ultima, attesa infrastruttura, che, dopo l’inserimento nel piano delle opere della Regione Lombardia, ora, in estrema sintesi, aspetta solo l’incontro decisivo con la Provincia di Brescia per fissare l’inizio dei lavori. Per quel che riguarda la rotatoria di viale Italia, che seguirà così quella di via Gramsci che è stata appena completata e verrà inaugurata ufficialmente nei prossimi giorni, sono stati confermati i 480.000 euro previsti per il costo e il progetto esecutivo è già stato depositato in Comune. In questi giorni si attende la definitiva validazione da parte dell’ente esterno che darà così il via all’affidamento dei lavori.

Un occhio di riguardo verrà riservato agli impianti sportivi di via Borgo. In questo senso il costo dell’intervento, Iva compresa, si aggirerà intorno ai 740.000 euro e comprenderà la realizzazione di un nuovo blocco degli spogliatoi, il rifacimento dell’impianto di illuminazione del campo da calcio e del campo polifunzionale, il rifacimento dell’erba sintetica del campo polifunzionale, la realizzazione di due tribune, di una nuova recinzione e di un cancello di ingresso e il rifacimento della copertura degli spogliatoi esistenti e l’intonacatura dell’edificio stesso. Il tutto per un progetto definitivo che è già stato approvato e che, in seguito all’approvazione della Giunta, ha visto la preparazione di tutta la documentazione necessaria per partecipare al bando di finanziamento del credito sportivo. Un mutuo a tasso zero della durata di quindici anni, che potrebbe offrire un ulteriore, significativo contributo a “preservare” le casse comunali.

Questa, tra l’altro, non è l’unica richiesta avanzata dall’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Cristina Almici, che sta attendendo, insieme all’esito della domanda avanzata per il credito sportivo, la risposta in merito alla richiesta avanzata per il contributo per la riqualificazione e l’adeguamento antisismico dell’edificio scolastico di via Bellavere. Tanta “carne al fuoco”, dunque, che preannuncia fin d’ora un 2018 all’insegna dei lavori in corso e che, nello stesso tempo, pur mantenendo fede agli impegni economici che sono stati presi o che verranno presi nei prossimi mesi, non minaccerà la ritrovata salute dei conti comunali.

“Abbiamo raggiunto degli obiettivi molto importanti – è il soddisfatto commento del sindaco Cristina Almici e dell’assessore ai lavori pubblici Pietro Sturla –. Nel 2018 potranno così partire opere molto importanti per la nostra comunità, opere nelle quale abbiamo sempre creduto e che abbiamo fortemente voluto per il vero bene dei bagnolesi. Oltre tutto, grazie all’attenta gestione delle risorse che abbiamo portato avanti, potremo far fronte agli impegni economici collegati in modo più semplice rispetto alle previsioni iniziali. In un primo momento, infatti, pensavamo di recuperare le risorse necessarie che fanno capo al nostro Comune ricorrendo a nuovi mutui. Le ultime entrate, invece, ci consentiranno di ricorrere in modo decisamente inferiore all’utilizzo del mutuo. In un primo momento avevamo pensato di farvi ricorso sia per la parte di nostra competenza del Centro Operativo Comunale che per la realizzazione della rotonda di viale Italia. Al momento, invece, stiamo pensando di ridurre il tutto a 100.000 euro, una cifra che, tra l’altro, considerando gli sconti di cui potremo usufruire nel momento di assegnare i lavori, potrebbe diminuire ulteriormente o addirittura diventare non più necessaria. Tutto questo – è la conclusione del sindaco Almici e del vicesindaco Sturla – portando avanti le opere che ci interessano e mantenendo in ordine i conti del Comune e dovendo fare i conti con l’ostruzionismo di una Opposizione che non si è mai curata di guardare agli interessi della nostra comunità e allo sviluppo di Bagnolo, ma ha avuto come unica preoccupazione quello di cercare di frenare il nostro iper-attivismo. Una tattica che però non sta pagando e che sicuramente sarà difficile da spiegare ai bagnolesi”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY