Ospitaletto, due nuovi mezzi in dotazione alla polizia locale

I fondi regionali sono stati utilizzati per acquistare due nuove motociclette Honda NC750X equipaggiate per la Polizia Locale e da ora in dotazione

0
Nuove moto in dotazione alla Polizia locale di Ospitaletto
Nuove moto in dotazione alla Polizia locale di Ospitaletto

Ospitaletto – Il Comune di Ospitaletto è tra i Comuni che hanno ottenuto il finanziamento per migliorare le dotazioni dei Corpi di Polizia Locale. In particolare, da parte di Regione Lombardia, il Comune di Ospitaletto ha ottenuto euro 19.073,48 a seguito della presentazione del suo “Progetto Sicurezza”. Questi fondi sono stati utilizzati per acquistare due nuove motociclette Honda NC750X equipaggiate per la Polizia Locale e da ora in dotazione. Per il sindaco Giovanni Battista Sarnico sono: “Un segno concreto di una progettualità e di una volontà da parte dell’Amministrazione di aumentare i presidi di sicurezza nella nostra comunità”. E’ sicuramente merito di un progetto per la sicurezza che ha radici lontane e seguito direttamente nel suo evolversi dal consigliere con delega Alfonso Bordonaro: “Abbiamo voluto con determinazione impegnare le spese necessarie a bilancio per concretizzare un progetto di sicurezza urbana integrata, dove questa nuova dotazione di mezzi è solo uno dei punti. Con lapprovazione in consiglio Comunale del Regolamento il 26 luglio 2017 infatti, il sistema di videosorveglianza e lettura targhe ha ricevuto l’avvio ufficiale e il controllo ha dato dei riscontri molto significativi che ci permettono di comprendere meglio i flussi del traffico e le infrazioni riscontrate. Ora, a completamento della prima fase del progetto integrato di sicurezza del Comune di Ospitaletto – continua il consigliere Bordonaro – nei primi mesi del 2018 la Polizia Locale si dovrebbe dotare di un altro agente raggiungendo il numero complessivo di 8 risorse. Ma l’Amministrazione Comunale non intende fermarsi qui. È già stato depositato presso la Prefettura per l’approvazione il progetto che riguarda la FASE 2 che prevede 19 nuove telecamere in 11 parchi e 29 negli spazi pubblici, luoghi di aggregazione e tutte le scuole che vanno ad aggiungersi alle 45 già installate per un totale di 93 telecamere. Vista l’alta densità abitativa, si sta valutando come ulteriore opzione, tenuto conto dell’entità dell’investimento e il fatto che viene redatto un nuovo bando, di completare il sistema di videosorveglianza prevedendo di installare le telecamere di quartiere. Ovvero 3 telecamere per ogni quadrante del Comune se lo immaginiamo diviso in quattro quadranti (sulla linea Est-Ovest via Ghidoni – via Brescia e Nord-Sud sulla linea via Rizzi – via M. della Libertà). In questo modo si attua una concreta risposta ai bisogni di sicurezza voluta soprattutto dai cittadini, ovvero il presidio e il controllo reale e costante della nostra comunità”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY