Valcamonica, meglio i ristoranti e gli hotel della bassa valle – LA RICERCA

Dall'indagine, in particolare, emerge che il tasso di soddisfazione degli alberghi dell'Alta Valle è dell'85,8 per cento contro l'86,7 della Bassa Valcamonica, mentre il divario è ancora maggiore per quanto riguarda i ristoranti (86,9 contro 88,8)

0
Incisioni rupestri in Valcamonica
Incisioni rupestri in Valcamonica

I ristoranti e gli hotel della Bassa Valcamonica sono migliori di quelli dell’Alta Valcamonica, nonostante mediamente la seconda zona venga considerata più attrattiva. E’ quanto emerge dall’ultimo aggiornamento dell’indagine “La Web Reputation della Valle Camonica, la Valle dei Segni”, che analizza la reputazione turistica on line della valle, su iniziativa dalla Dmo di Darfo (braccio operativo dell’ente per la promo-commercializzazione delle risorse turistiche).

I nuovi risultati aggregati, rilevati dal 1 gennaio al 31 ottobre 2017 e paragonati allo stesso periodo dell’anno precedente, sono stati ottenuti analizzando più di 7.400 recensioni online presenti negli oltre 200 portali in 45 lingue monitorati (ovviamente le fonti principali sono state , Google e Booking.com).

In particolare uno dei parametri utilizzati è quello del Global Review Index, standard internazionale per il settore alberghiero, che – secondo studio della Cornell University – ha un impatto determinante sul territorio, perché un incremento dell’1% del Global Review Index (GRI) determina un aumento dello 0,54 per cento del tasso di occupazione, dello 0,89 della tariffa media per le camere e del 1,42 per cento della profittabilità delle strutture ricettive.

Dall’indagine – in cui dati sono stati analizzati dalla redazione BsNews – emerge in particolare che il tasso di soddisfazione degli alberghi dell’Alta Valle è dell’85,8 per cento contro l’86,7 della Bassa Valcamonica, mentre il divario è ancora maggiore per quanto riguarda i ristoranti (86,9 contro 88,8). Opposta è la dinamica delle attrazioni turistiche camune (come il lago Moro, a cui BsNews avevadedicato un reportage): 89,6 per l’Alta e 88,1 per la Bassa. Un quadro che sembra indicare come l’Alta Valcamonica abbia ancora numerose potenzialità inespresse a livello di offerta turistica.

Tra i dati curiosi emerge anche che la stragrande maggioranza delle opinioni on line è di ospiti italiani (ben 3800), mentre 400 sono in lingua inglese, 150 in tedesco, 61 in francese e 44 in olandese. E se pure tutte le lingue straniere crescono è evidente – nel confronto dei valori assoluti à che la valle deve fare di più per attrarre turisti da altri paesi europei.

I dati della soddisfazione dei turisti in Valcamonica
I dati della soddisfazione dei turisti in Valcamonica

Per questo, come riferito in una nota, la DMO Valle Camonica incontrerà gli operatori del territorio che desiderano esaminare nel dettaglio i propri dati, al fine di illustrare loro i punti deboli e i punti di forza rilevati dal sistema e aiutarli ad adottare il giusto approccio per migliorare la loro reputazione online.

LEGGI LA RICERCA COMPLETA CON I DATI

Web Reputation Valle Camonica 31 ottobre 2017

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome