Brebemi collegata alla A4, stamane la cerimonia di battesimo

Parata di autorità questa mattina, al nuovo casello di Castegnato, per il taglio del nastro della interconnessione fra Brebemi e austrada A4

0
Il taglio del nastro per la nuova interconnessione tra Brebemi e A4 a Castegnato, in provincia di Brescia, foto da ufficio stampa
Il taglio del nastro per la nuova interconnessione tra Brebemi e A4 a Castegnato, in provincia di Brescia, foto da ufficio stampa

Parata di autorità questa mattina, al nuovo casello di Castegnato, per il taglio del nastro della interconnessione fra Brebemi e austrada A4. Un’opera su cui la società guidata da Franco Bettoni (che ha iniziato anche a fare pubblicità sulle reti Mediaset) punta per far crescere i numeri del traffico lungo la A35, ancora troppo bassi rispetto alle attese. Come annunciato, infatti, all’appuntamento, oltre a Bettoni, erano presenti il ministro Graziano Del Rio, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni con diversi assessori (non solo i bresciani), il presidente della Provincia Pierluigi Mottinelli.

Brebemi-A4, l’interconnessione

Il nuovo tracciato, realizzato in tempi record e inaugurato con 3 mesi di anticipo rispetto al cronoprogramma di progetto, ha una lunghezza di circa 5,6 km e partendo dall’intersezione tra la A35 e la S.P.19, collega direttamente le autostrade A35 Brebemi e A4. Grazie a quest’opera, si completa il progetto originario, inserendo pienamente la A35 nel sistema autostradale nazionale ed internazionale. Ora Brebemi potra’ essere facilmente utilizzata
da tutti gli utenti come autostrada direttissima Brescia-Milano, agevolando il traffico proveniente da Est e da Ovest sull’asse Venezia-Verona-Brennero-Genova-Torino.

I numeri di Brebemi

In questi primi tre anni di vita, malgrado la mancanza del collegamento diretto con il sistema autostradale nazionale verso Brescia, la A35 Brebemi e’ comunque costantemente cresciuta in termini di transiti, ad oggi aumentati del 163% rispetto a quelli registrati nel primo semestre dell’apertura  nel 2014. Ha liberato dal traffico i Comuni dell’area interessata dall’infrastruttura (il traffico pesante sulla A35 e’ circa il 30% del totale) riducendo i tempi di percorrenza e le emissioni di CO2 e ha valorizzato il territorio dal punto di vista turistico, culturale, eno-gastronomico e soprattutto economico. Prova di questa crescita sono anche i diversi operatori nazionali ed internazionali che hanno gia’ scelto l’area attraversata da Brebemi per investire in poli logistici e imprese.

Brebemi, le critiche di Legambiente

Ma sui numeri c’è chi la pensa molto diversamente. Anche oggi, infatti, Legambiente non ha mancato di puntare l’indice contro Brebemi, sottolineando che il nuovo collegameto non basterà a rimettere in ordine i conti della società autostradale.

Comments

comments

LEAVE A REPLY