Cani, caccia e sicurezza: arriva a Brescia il Movimento animalista della Brambilla

Il partito è stato presentato sabato al Hotel Cà Nöa di via Triumplina alla presenza del nuovo presidente provinciale Cristian Raggi e del suo vice Daniele Lazzaroni

0
Cristian Raggi e Daniele Lazzaroni del Movimento animalista bresciano
Cristian Raggi e Daniele Lazzaroni del Movimento animalista bresciano, foto da Movimento animalista

E’ arrivato anche a Brescia il Movimento Animalista “inventato” da Michela Vittoria Brambilla. Il partito è stato presentato sabato al Hotel Cà Nöa di via Triumplina alla presenza del nuovo presidente provinciale Cristian Raggi (già responsabile del dipartimento Attività produttive di Forza Italia) e del suo vice, l’ex centrista rovatese Daniele Lazzaroni. La collocazione politica, ovviamente, è quella del centrodestra berlusconiano, con stime di consenso tra l’1,5 e il 3,5 per cento (fonte Ipr Marketing).

Tra i temi fondanti del Movimento ci sono il contrasto a chi vorrebbe tassare gli animali domestici come beni di lusso, il superamento degli allevamenti per gli animali da pelliccia e la necessità di inasprire la pena per chi maltratta o uccide gli animali. Oltre, ovviamente, alla questione caccia. “La nostra provincia ha una forte tradizione venatoria, che mi vede distante – ho sottolineato Raggi – ma non ha senso creare un muro contro muro come in passato. Diversa cosa è il bracconaggio, da perseguire e che nulla ha a che vedere con la caccia”.
Tra le altre priorità indicate dai promotori bresciani del Movimento segnaliamo l’ambiente, “la difesa delle Piccole e media imprese, il contrasto all’immigrazione incontrollata e l’aumento delle risorse destinate alla pubblica sicurezza”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome