Ernia inguinale, laparoscopia o chirurgia tradizionale?

L’ernia inguinale si presenta quando una parte delle viscere viene a trovarsi nell’area pelvica

0
Ernia inguinale
Ernia inguinale

L’ernia inguinale si presenta quando una parte delle viscere viene a trovarsi nell’area pelvica. Questo fatto, che può portare a forti dolori e difficoltà nell’eseguire anche le più normali azioni di tutti i giorni, se trascurato può portare le persone a problematiche anche più serie.

Le cause che portano alla comparsa dell’ernia inguinale possono essere molte, ma le più frequenti sono sicuramente legate alla fisiologia della zona inguinale (in particolar modo negli uomini) e a strappi muscolari. Eseguire per molto tempo una serie di esercizi in palestra senza tenere la corretta posizione, può sicuramente essere una causa di un’ernia inguinale.

Questa ultima causa, può avvenire anche nelle persone che eseguono lavori pesanti e che comportano il sollevamento di pesi ingenti. Artigiani, muratori e cuochi sono spesso le categorie che maggiormente sono portate a soffrire di ernia inguinale.

Quali sono i sintomi dell’ernia inguinale?

I sintomi che possono colpire le persone che soffrono di ernia inguinale sono gonfiore e tumefazione, in corrispondenza della zona/zone interessate dall’ernia. In molti casi, l’insorgere dell’ernia può anche non essere visibile da parte di chi ne soffre. Man mano che l’ernia si ingrandisce, le problematiche a essa legata aumentano e quindi aumenta il dolore.

Dolori addominali, pesantezza e bruciore possono essere dei sintomi che colpiscono le persone che soffrono di ernia inguinale. Durante attività fisiche o lavorative, in particolare se si eseguono lavori dove si mette sotto sforzo l’addome o in palestra, l’ernia inguinale può dare più fastidio.

È possibile riconosce un’ernia inguinale con il tatto, ma spesso la cosa risulta difficile se non si è un dottore. Se s’inizia a soffrire di questi sintomi per alcune settimane, può essere una buona idea rivolgersi al proprio medico per un’analisi più accurata. Nelle fasi iniziali, è possibile sistemare i visceri nella posizione originale anche senza ricorrere a una operazione.

Quando scegliere la laparoscopia?

La scelta della laparoscopia o della chirurgia tradizionale è fatta dal chirurgo in base alle condizioni cliniche del paziente e a una serie di fattori (come l’età e le caratteristiche dell’ernia) che possono portare la scelta verso una delle due tipologie d’intervento. Nel caso il paziente da operare è anziano, questo tipo d’intervento è sconsigliabile per la necessità di praticare un’anestesia generale.

La scelta della laparoscopia, può portare maggiori benefici al paziente se:

Se l’ernia inguinale presente è di tipo bilaterale. In questo caso, l’utilizzo della laparoscopia permette al chirurgo con un solo intervento di riparare entrambe le ernie presenti.
– Ernia inguinale recidiva. Quando un’ernia inguinale si ripresenta nello stesso punto, utilizzare questo tipo d’intervento è la scelta ideale per evitare nuove incisioni.

La scelta di operare un’ernia inguinale mediante tecniche laparoscopiche e robotiche, come esegue il Dottor Antonio Darecchio offre la possibilità ai pazienti di ottenere una completa guarigione dall’ernia inguinale in poco tempo. La scelta di un intervento mini-invasivo, come quello eseguito con le moderne tecniche robotiche, salvo rari casi, è sicuramente sotto ogni punto di vista la soluzione migliore tra cui scegliere.

Comments

comments

LEAVE A REPLY