Leno, 165 persone senz’acqua per una contesa condominiale

A causa di un contenzioso con la società Garda Uno il condominio Ex Salil di Leno è rimasto senza acqua da ieri pomeriggio

0
L'acqua del rubinetto di casa si può bere
L'acqua del rubinetto di casa si può bere

A causa di un contenzioso con la società il condominio Ex Salil di Leno è rimasto senza acqua da ieri pomeriggio: 165 persone residenti, di cui circa 50 bambini e diversi anziani sono stati privati del loro diritto all’allacciamento idrico.

“Secondo quanto segnalato dalle famiglie residenti – riferisce una nota del deputato Luigi Lacquaniti – il contenzioso ha ragioni pregresse ed è relativo a mancati pagamenti relativi agli anni 2013/14: vi è una causa in corso per chiarire la natura del contenzioso. Nel frattempo il condominio ha assolto regolarmente ai pagamenti degli anni successivi, 2015/16 e del corrente anno in corso. Nonostante ciò – continua – la società GARDA UNO ieri ha proceduto con la riduzione di potenza nell’erogazione dell’acqua causando il mancato arrivo del prezioso liquido dal primo piano in su”.

“Chiedo che la società – continua il deputato – proceda immediatamente con il ripristino dell’erogazione regolare dell’acqua; e chiedo al Prefetto e al Sindaco di intervenire in merito. Senza entrare nel merito del contenzioso con il condominio, che seguirà il suo corso giudiziario, è inammissibile che tante famiglie siano private del loro diritto naturale all’acqua, con anche gravi rischi sotto il profilo sanitario”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome