Ambiente, Forza Italia stoppa la mozione bresciana a Roma: è polemica

E' polemica per la ozione congiunta sull'ambiente presentata da alcuni parlamentari bresciani (Movimento 5 stelle, Pd, Lega e altri) e fermata dagli Azzurri

0
Il deputato del Movimento 5 Stelle di Brescia Ferdinando Alberti
Il deputato del Movimento 5 Stelle di Brescia Ferdinando Alberti

E’ polemica per la ozione congiunta sull’ambiente presentata da alcuni parlamentari bresciani (Movimento 5 stelle, Pd, Lega e altri) e fermata da Forza Italia. Il partito di Berlusconi, infatti, si è opposto alla calendarizzazione della mozione, che avrebbe dovuto essere messa in votazione alla Camera dei deputati nel mese di novembre.

La mozione ha l’obiettivo di impegnare il governo per la definizione di un piano generale di bonifica partendo dalle aree più a rischio identificate anche a seguito della mappatura dei terreni e di nuove analisi epidemiologiche. Si propone inoltre di subordinare la realizzazione di nuovi impianti o l’ampliamento di quelli esistenti ad una concreta diminuzione della concentrazione dei rifiuti.

A firmarla erano stati Alberti (M5S), Basilio (M5S), Cominardi (M5S), Sorial (M5S), i deputati Bazoli (PD), Berlinghieri (PD), Borghesi (LNA), Caparini (LNA), Cominelli (PD), Gitti (PD), Laquaniti (M-ALT), Romele (FI-PDL), Sberna(DES-CD).

“I parlamentari bresciani di Forza Italia (Gelmini e Romele)”, attacca il grillino Ferdinando Alberti, “nonostante i proclami si disinteressano dell’ambiente e della salute dei concittadini e si oppongono pure alle iniziative congiunte degli altri parlamentari con un atteggiamento ipocrita, vergognoso e oltraggioso nei confronti dei bresciani”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY