Sant’Eufemia, troppi spacciatori al bar: il questore lo chiude per sette giorni

L'ultimo arresto di uno spacciatore risale allo scorso 13 novembre, ma - secondo la Polizia - sarebbero numerosi gli episodi

0
Volante Polizia
Volante Polizia

E’ stata disposta dal Questore della Provincia di Brescia ed eseguita dalla Polizia nella mattinata di ieri, a Brescia, la chiusura di un bar di San’Eufemia.

Il provvedimento – si legge nella nota della questura – “segue i ripetuti controlli effettuati  presso il locale, immediatamente attivati a seguito delle numerose segnalazioni giunte alle FF.PP. da parte dei residenti che lamentavano un viavai sospetto di individui legati al contesto criminale degli stupefacenti e della tossicodipendenza”.

Lo scorso 13 novembre, durante un servizio serale antidroga, personale della Polizia Locale ha arrestato un cittadino tunisino, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. “Alla luce di ciò – continua il comunicato – accertato che il pubblico esercizio è risultato essere abituale  ritrovo di persone con pregiudizi per reati in materia di stupefacenti, tenuto conto che,  il titolare del bar non si è adoperato per garantire le condizioni minime di legalità nella gestione del proprio locale, il Questore ha disposto la sospensione dell’attività dal 24 novembre per un periodo di 7 giorni”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome