Cinque fattori da valutare per non sbagliare la scelta del prestito online

0
Soldi
Soldi

Siete dei giovani imprenditori, o dei semplici consumatori alla ricerca di un prestito bancario, ma avete poco tempo e non sapete come informarvi? Oggi è facile reperire informazioni e ottenere dei preventivi online, ma al contempo è difficile affidarsi completamente alla rete. Per tale ragione è indispensabile rivolgersi a istituti bancari e finanziari affidabili, per ottenere ulteriori dettagli sulle possibilità di finanziamento disponibili. Il settore bancario a volte, può essere piuttosto complesso nel suo linguaggio specifico, e quindi, se avete paura di sbagliare scegliendo dei prestiti online, dovete informarvi adeguatamente.

Proviamo a fornirvi alcune indicazioni che potranno tornarvi utili per compiere la vostra scelta, e sapranno anche rispondere ai vostri quesiti in tema di finanziamenti e prestiti.

La ricerca online di un prestito è molto semplice, grazie al Web, e può essere effettuata in qualsiasi luogo, anche fuori l’orario d’ufficio, senza necessità di recarsi presso gli sportelli di banche o istituti finanziari. Basta una semplice connessione a Internet.

Il primo passo è raccogliere le informazioni preliminari, dedicando molto tempo a questa fase esplorativa allo scopo di valutare gli elementi essenziali per opzionare l’offerta che fa per voi. Questa operazione vi consentirà di sciogliere qualche dubbio e procedere poi alla richiesta dei moduli online.

Le offerte di prestiti e finanziamenti sul web sono davvero molte e scegliere quella più rispondente alle vostre esigenze può essere un’impresa non da poco. IBL Banca a tal proposito ha realizzato un’interessante infografica per evidenziare le differenze esistenti tra le diverse tipologie di finanziamenti e prestiti bancari di IBL Banca.

Ecco le principali tipologie di Prestiti:

  • PRESTITO PERSONALE
  • CESSIONE DEL QUINTO
  • PRESTITO CON DELEGA

Ma quali informazioni non dovrebbero mai mancare, per valutare un prestito online in modo semplice e veloce?

  1. Il TAN (Tasso Annuo Nominale): ossia il tasso che determina gli interessi e che varia da banca a banca e a seconda del tipo di finanziamento scelto. Questo valore vi può dare la misura di quanto sia conveniente un determinato prestito, ma va letto e associato al TAEG.
  2. Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale): tiene conto di tutte le spese legate al prestito, e vi aiuta a capire qual è il prestito più conveniente in termini economici.
  3. La durata del prestito: se contempla un tempo di rimborso più lungo vi consente una rata che incide di meno sulle vostre tasche. Dunque si tratta di un fattore importante che determina una maggiore facilità di restituzione.
  4. Le spese accessorie: queste sono in parte definite dal TAEG, tuttavia è bene tenerne conto e valutarle con attenzione.
  5. L’abilitazione all’erogazione di un prestito del soggetto al quale stiamo per inviare la richiesta: è un’informazione utile soprattutto nel caso in cui l’istituto non abbia un nome noto. Per questo esistono gli elenchi e gli albi gestiti da Banca d’Italia che potete consultare per essere certi che la banca sia effettivamente accreditata.
Finanziamenti personalizzati
Finanziamenti personalizzati
Finanziamenti personalizzati
Finanziamenti personalizzati

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome