Regali e alberi di Natale? Trovi tutto sui social…

Soggetto preferito per la condivisione sui social è il classico albero di Natale (49%), seguito poi dalla tavola imbandita (38%) e dai piatti prelibati preparati con amore (36%)

0
Babbo Natale al computer
Babbo Natale al computer

Un’indagine Doxa condotta per conto di Groupon analizza la digitalizzazione delle tradizioni natalizie e il nuovo volto della condivisione con l’avvento dei social media.

Qualche curiosità? Dall’indagine emerge che 7 lombardi su 10 vivranno il prossimo sui social e dichiarano di sentirsi a proprio agio con questo nuovo modo digitale di festeggiare. In occasione del per i lombardi le chat whatsapp diventano utili strumenti per organizzare serate e festeggiamenti: soprattutto quando bisogna definire il menu del pranzo (per il 60% dei lombardi), decidere i regali da fare (54%) e far sapere cosa si desidera ricevere (19%). La classica letterina a Babbo è diventata ormai una chat whatsapp!

Le chat whatsapp, inoltre, rappresentano anche un nuovo mezzo per scambiarsi auguri natalizi: il giorno di Natale, 3/4 degli italiani sono favorevoli all’idea di creare gruppi e chat dedicati allo scambio di foto e auguri, e solo il 25% si dichiara contrario o non le usa. Perché le amiamo così tanto? Perché sono comode e fare gli auguri diventa “meno sbattimento” (62%) e perché ci permettono di usare liberamente la nostra creatività (44%)!

Le continue notifiche non sembrano infastidire i festeggiamenti in famiglia e anzi 2/3 circa degli italiani terrebbero la chat, attivata il giorno di Natale per lo scambio di foto e auguri, anche dopo il periodo natalizio, con un 28% che dichiara di non abbandonare la chat addirittura fino alla Befana. Solo un 4% abbandona immediatamente senza manco scrivere nulla, e un 7% lascia la conversazione con stile dopo aver augurato “Buon Natale a tutti!”.

In ogni caso, il giorno di Natale il telefono sta sul tavolo durante il pranzo: siamo infatti abituati a mandare in media 20-30 messaggi di auguri, con un 14% fra i lombardi che dichiara di inviarne fino a 50. Ma non inviamo solo frasi e messaggi: le immagini infatti sono tra le protagoniste di chat e profili social. L’81% degli italiani dichiara di condividere e postare foto e immagini il giorno di Natale e grande protagonista è l’atmosfera natalizia.

Soggetto preferito è il classico albero di Natale di cui andiamo tanto fieri (49%), seguito poi dalla tavola imbandita (38%) e dai piatti prelibati preparati con amore (36%), a conferma dell’importanza che gli italiani danno al buon cibo in compagnia. Infine, immancabile anche a Natale, il trend dei selfie, che si classifica al quarto posto, e vede spesso coinvolta l’intera famiglia riunita intorno al tavolo (34%).

 

UNO SGUARDO AL NATALE: REGALI IN COMPAGNIA

Il Natale è ancora sinonimo di famiglia e affetti: la maggior parte dei lombardi lo festeggia infatti in compagnia di parenti e amici (98%), scambiandosi regali e pensieri scelti con cura – una tradizione a cui 8 lombardi su 10 non sono disposti a rinunciare. Ma come è cambiato il modo di fare i regali? Rispetto a 5 anni fa, 1 lombardo su 2 dichiara di regalare più esperienze, che non vengono vissute come alternativa al bene fisico, perché regalare un’esperienza significa principalmente: 1. personalizzare di più il pensiero; 2. regalare un bel ricordo; 3. creare un momento di condivisione. In generale, emerge che oggi esperienze e regalo fisico vanno di pari passo e hanno lo stesso livello di considerazione agli occhi degli italiani come possibile regalo di Natale da acquistare online (86% vs. 90%). Inoltre, 1 Italiano su 4 (27%) dichiara che questo Natale preferirebbe trovare sotto l’albero un’esperienza da vivere.

Anche la caccia ai regali è cambiata nel tempo: oggi le vetrine dei negozi sono fonte di ispirazione (per il 71% degli italiani) tanto quanto internet e i social media (73%), con un picco dell’83% nella fascia 18-24 anni, più abituata a confrontarsi quotidianamente con il mondo digitale. 7 lombardi su 10, in linea con il dato medio nazionale, preferiscono scegliere il regalo di testa propria, navigando in Internet o girando per negozi, senza chiedere suggerimenti direttamente al destinatario.

*La ricerca è stata realizzata da Doxa attraverso 2.002 interviste online su un campione nazionale rappresentativo della popolazione italiana adulta di 18-64 anni. Le interviste sono state condotte dal 19 ottobre al 23 ottobre 2017

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome