Montichiari verso il derby

0

Terza partita in una settimana per il Montichiari, che a poche ore dal punto ricco di significato conquistato a Venezia (e accompagnato da più di un motivo di rammarico per un finale davvero di elevata caratura) è già chiamato a tornare nuovamente in campo per affrontare sul terreno del Bragadina la Nuova Verolese in un inedito confronto di Campionato accompagnato da molteplici motivi di interesse. In effetti non solo sono in palio tre punti molto “pesanti”, ma le due contendenti chiedono proprio a questo incontro di definire quello che sarà il prosieguo della loro stagione, indicando una volta per tutte il ruolo che potranno recitare da adesso sino al prossimo 16 maggio. Venendo più nel dettaglio alla situazione in casa monteclarense, senza dimenticare naturalmente gli ex che si trovano su entrambi i fronti (Selvatico, Negrello e Guatta per i rossoblu e Danotti, Pelati, Monese e i gemelli Tanfoglio tra i bianco blu) e gli ottimi rapporti che legano le due società, possiamo facilmente notare l’estrema importanza che assume questa partita, vista soprattutto come una riprova di assoluto rilievo per dimostrare nel più eloquente dei modi la caratura e l’effettiva potenzialità della formazione allenata da Renzo Gobbo. Superato senza danni “l’esame” del Venezia, bisogna confermare qualità ed ambizioni in casa di quella che è stata la grande sorpresa di questo avvio di Campionato. La compagine allenata da Giampiero Piovani (anche lui ex Rondinella al pari di Renzo Gobbo e Stefano Bonometti) ha inanellato una serie iniziale di risultati utili che si sono interrotti solo all’inizio di questa settimana. Un ruolino di marcia che spinge la squadra verolese a dare il massimo per riprendere il suo ritmo proprio domenica, davanti al pubblico amico. Un intento sicuramente temibile per il Montichiari, che però può e deve andare al di là di questo insidioso ostacolo mettendo in campo tutto l’orgoglio e la grinta a sua disposizione. Doti che senza dubbio non mancano alla squadra di Mister Gobbo e che, unite ad una essenziale dose di umiltà, possono veramente fare la differenza in quel di Verolanuova. Per quel che riguarda lo schieramento al quale il Montichiari affiderà le sue fortune in questa trasferta tanto importante, infine, sarà sicuramente assente lo squalificato Fusari, mentre tornerà a disposizione Baresi che proprio per squalifica ha dovuto limitarsi a guardare la sfida di Venezia. Le decisioni definitive di Mister Gobbo verranno sicuramente modellate solamente al termine della rifinitura del sabato mattina, una decisione che scioglierà anche la curiosità relativa al modulo con il quale la formazione rossoblu si presenterà al cospetto della Nuova Verolese. In ogni caso la compagine monteclarense cercherà di imporre il proprio gioco e di tornare a casa con un prezioso bottino pieno, ma fare i conti con le opposte intenzioni dei bianco blu non sarà certo agevole. In questo immediata vigilia sembra più probabile che il Montichiari punti su un 4-4-2 molto offensivo, anche se poi, naturalmente, le necessarie certezze in proposito si avranno solamente nel momento in cui verrà compilata la distinta. Tutto è pronto, dunque, per lasciare la parola a questo atteso derby bresciano, una sfida delicata ed impegnativa che il Montichiari, giocando letteralmente con il cuore in mano e con i piedi ben piantati per terra, può e deve superare con il vento in poppa.

Per quel che riguarda la probabile formazione, infine, indisponibile lo squalificato Fusari, Renzo Gobbo dovrebbe schierare la sua squadra impostando una sorta di 4-4-2 molto elastico ed in grado di imporre il proprio gioco senza sbilanciarsi davanti alle ripartenze dei bianco blu. Tra i singoli rimangono da definire solamente le condizioni di Girardi e di Quaresmini, che ha giocato l’ultimo quarto d’ora a Venezia, mentre per il resto, novità dell’ultima ora a parte, tutto il gruppo dovrebbe essere pronto a rispondere alla chiamata del Mister. Rimane da considerare, infine, visto che si tratta della terza gara in soli sette giorni, la possibilità che l’allenatore rossoblu adotti qualche “variazione sul tema”, al fine di dosare al meglio le forze dei giocatori a sua disposizione:

(4-4-2)

Brignoli

Verdi (Filippini); Caruso; Zaffagnini; Guatta

Girardi (Quintieri/Saleri); Baresi; Selvatico; Muchetti

Negrello (Cremona); Ferrari

A disposizione: Gambardella; Filippini; Giuricich; Quaresmini; Filiciotto; Bertazzoli; Cremona (Negrello).

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY