Orzinuovi, picchia la mamma per una sigaretta: 30enne finisce in manette

Ad intervenire sono stati poi proprio i militari di Orzinuovi e il 30enne colombiano si trova ora in carcere

0
Carabinieri
Carabinieri

L’aver alzato le mani per l’ennesima volta, in questo caso per una sigaretta, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso per un 30enne di origini colombiane residente a Orzinuovi.

L’uomo – come scrive il Giornale di Brescia – è stato denunciato dalla madre e dalla sorella, che per oltre un anno sono state le vittime di violenze e maltrattamenti. L’ultimo episodio, quello per una sigaretta chiesta e non ricevuta, è risultato per lui fatale: le due donne hanno infatti avuto il coraggio di raccontare il tutto ai carabinieri.

Ad intervenire sono stati poi proprio i militari di Orzinuovi e il 30enne colombiano si trova ora in carcere dopo che il giudice ha convalidato il suo arresto.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome