Proprietà e benefici dell’argento colloidale

Breve approfondimento su uno dei rimedi omeopatici più potenti contro ogni tipo di infezione

0
Proprietà e beneficio dell’argento colloidale
Proprietà e beneficio dell’argento colloidale

L’argento colloidale è un potente rimedio omeopatico ritornato molto in voga negli ultimi tempi. La sua storia in realtà è antica in quanto nei secoli scorsi veniva utilizzato ampiamente come vero e proprio presidio medico-chirurgo soprattutto dalle classi più abbienti.  È rinomato che l’argento possieda infatti grandi proprietà disinfettanti e per questo veniva utilizzato per le posate  e le stoviglie delle classi alte così come per le coppette usate dalle puerpere nell’allattamento in quanto limita l’insorgenza di ragadi ed infezioni all’aureola del capezzolo. Ma questa non è certo la sua unica proprietà.

L’azione disinfettante si estende a tutte le tipologie di possibili infezioni. In passato veniva impiegato in modo massiccio per sanare ferite, cicatrici e ulcerazioni cutanee, per le infezioni micotiche, per quelle delle vie aeree e per curare tramite irrigazioni vaginali quelle dell’apparato urogenitale femminile. Per via orale era somministrato per aumentare le difese immunitarie conferendo un tipico colorito bluastro al sangue: da qui deriva l’espressione “essere di sangue blu” poiché erano soprattutto i nobili e i ricchi a farne questo particolare uso. I benefici maggiori che al giorno d’oggi si possono trarre dall’utilizzo di questo minerale colloidale derivano dalle sue forti proprietà antibiotiche. Sostituito dagli antibiotici in seguito alla scoperta della penicillina  che abbatteva i costi di produzione di questa tipologia di farmaci, è tornato ora prepotentemente sulla scena per via dell’antibiotico-resistenza. Si tratta di un fenomeno che si sta sempre più diffondendo e che consiste nella capacità dei patogeni di risultare inattaccabili dagli antibiotici a causa di alcune loro mutazioni genetiche che impediscono ai farmaci di attecchire. Intervenendo invece sul metabolismo interno dei patogeni, l’argento colloidale ne rende impossibile la sopravvivenza entro pochi istanti risultando così la più efficace alternativa naturale agli antibiotici e completamente priva di effetti collaterali se vengono rispettati i giusti dosaggi. Attualmente è facilmente reperibile online presso gli e-commerce dedicati come santenaturels .

A cosa è dovuta l’efficacia di questo rimedio omeopatico? Per capirlo partiamo dalla definizione di colloide: per colloide si intende una miscela di finissime particelle di un metallo nobile, come, appunto l’argento, o l’oro, il rame e lo zinco, all’interno di un liquido purissimo come, ad esempio, l’acqua bidistillata ottenuta per effetto del fenomeno chimico dell’elettrolisi. Le dimensioni estremamente ridotte di queste particelle permettono al metallo di attecchire in brevissimo tempo su tutta la superficie del patogeno condannandolo alla morte estemporanea. E questo accade per ogni tipologia di virus o batterio, ecco perché si presta ad essere utilizzato come integratore omeopatico al fine di potenziare le difese del proprio sistema immunitario. Ovviamente l’assunzione di argento colloidale non deve superare le dosi consigliate e non può sostituirsi ad un regime alimentare equilibrato o ad uno stile di vita sano, ma può benissimo integrarli rendendo così l’organismo più forte contro le infezioni microbiche e batteriche. È particolarmente indicato assumerlo in prossimità e durante il periodo invernale quando il nostro organismo è maggiormente esposto alle intemperie e ai virus influenzali stagionali.

Comments

comments

LEAVE A REPLY