Gufi e barbagianni al bar per attirare i clienti: animalisti all’attacco

A Palazzolo sull'Oglio apre un locale pubblico con barbagianni, gufi e allocchi in bella mostra: la Lac minaccia azioni legali

0
Gufi vivi in un bar di Palazzolo, è polemica
Gufi vivi in un bar di Palazzolo, è polemica

E’ polemica per la decisione di un bar bresciano di utilizzare rapaci notturni vivi per attirare i clienti. Questa sera, infatti, a Palazzolo sull’Oglio inaugurerà un locale pubblico con barbagianni, gufi e allocchi in bella mostra. Una trovata di marketing contro cui si sono subito scagliati gli animalisti della Lac, la Lega abolizione della caccia, che in una nota sottolinea di aver segnalato “questa infelice pensata” ai carabinieri forestali, all’Ats e alla polizia provinciale, aggiungendo di riservarsi “ogni azione necessaria contro questa spregevole iniziativa  incompatibile con il benessere animale”.

Gli animalisti, in particolare, puntano il dito contro la “detenzione di rapaci notturni vivi in un locale illuminato, rumoroso e pieno di persone”, bollandolo come “un atto di maltrattamento e sfruttamento animale”.

“Vi è un nemico ancora più insidioso del cacciatore-bracconiere – spiega la Lac -si tratta di persone che possiedono rapaci anche rarissimi in cattività; che costringono delle creature che possono percorrere anche più di cento chilometri in un giorno a vivere rinchiusi in voliere o su trespoli. Il falconiere dichiara di amare i suoi animali ma, ammesso che lo creda davvero, il suo è un amore distorto e morboso:  fanno esibire i propri animali in mezzo a folle vocianti e mostrano una visione malata del legame che unisce uomo e rapace, una visione che presuppone il possesso dell’animale e il suo utilizzo per pura vanità o per uso venatorio o come in questo caso, per lucro“.

Nel frattempo, però, – secondo quanto riporta il della Sera – i gestori del bar segnalano di aver ricevuto minacce di morte e di ritorsioni di qualsiasi tipo da presunti animalisti.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome