Chiatta affondata, ecco la protezione in acciaio

I tecnici di Garda Uno dopo aver verificato che la condotta non ha subito danni rilevanti hanno comunque deciso di collocare una protezione in acciaio

0
Sub nel lago di Garda per verificare che è successo alla chiatta spronfondata
Sub nel lago di Garda per verificare che è successo alla chiatta spronfondata

Termineranno tra pochi giorni tutte le preoccupazioni riguardo all’incidente avvenuto a Gardone Riviera, dopo che un’imbarcazione di 40 tonnellate, affondando, ha preso in pieno la tubatura che si trovava a 12 metri di profondità nelle acque del lago di Garda e che trasporta i reflui fognari.

I tecnici di , dopo aver verificato che la condotta non ha subito danni rilevanti, hanno comunque deciso di collocare una protezione in acciaio per proteggerla e rinforzarla. La condotta – come riporta il Giornale di Brescia – resterà nel punto in cui si trova.

Del recupero della piattaforma e dell’accertamento delle responsabilità di quanto accaduto se ne sta occupando la Procura, che ha aperto un’inchiesta per chiarire eventuali responsabilità.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome