Collettore del Garda, i cinquestelle: opera inutile e costosa

Maccabiani e Fiasconaro: non condividiamo la soddisfazione di coloro che hanno accolto come una buona notizia la firma dell'accordo

0
Giampietro Maccabiani, Movimento 5 Selle
Giampietro Maccabiani, Movimento 5 Selle

“Non condividiamo la soddisfazione di coloro che hanno accolto come una buona notizia la firma dell’accordo per il collettore del Garda. Previsti 100 milioni di euro dal Ministero per un progetto che se tutto va bene, sarà operativo tra non meno di 10-15 anni. Ridicola quindi Regione Lombardia che, in una delle motivazioni con cui avalla la firma, dice che l’opera permetterà  ai corpi idrici della sponda bresciana del lago di Garda di raggiungere lo stato ecologico di livello “buono”. Per il 2021 non sarà pronto nulla di quanto previsto. Lo ribadiamo è un’opera inutile che porta i reflui fognari di oltre 200 mila persone per 30 chilometri tra la provincia di Brescia e quella di Mantova. E’ un rischio ambientale enorme”, così Giampietro Maccabiani e Andrea Fiasconaro, consiglieri regionali del M5S Lombardia.

Per i portavoce del M5S, “anche in questo caso hanno prevalso le logiche della speculazione. Esistono soluzioni alternative, rapide, economiche e rispettose dell’ambiente come la sistemazione del collettamento dei comuni rivieraschi bresciani, la separazione efficiente delle acque bianche e nere e la costruzione in loco di 2 o 3 depuratori più piccoli. Faremo quanto possibile ovunque per evitare tutto quanto è ora in progetto, a maggior ragione quando fra pochi mesi saremo al Governo”.

Fiasconaro, conclude: “Lanciamo sin da ora l’allarme per il fiume Chiese nel quale finiranno le acque del depuratore di Visano. D’estate, quando è più massiccia la presenza di turisti, è spesso in secca e ne risentirà la qualità delle acque a spese dei comuni e della nostra agricoltura”.

Comments

comments

LEAVE A REPLY