Rimandato in Algeria uno dei pusher filmati da Striscia la notizia

L'uomo, con diversi decreti di espulsione sulle spalle, era stato anche riconosciuto dai poliziotti della Questura nel filmato andato in onda sul Tg satirico

0
Espulsione dall'Italia, foto dal web
Espulsione dall'Italia, foto dal web

Nel 2017 la media bresciana è stata di tre espulsioni al giorno. Tra queste spicca il provvedimento del 16 dicembre, con cui un cittadino algerino è stato condotto all’aeroporto di Roma Fiumicino per il rimpatrio con volo diretto.

L’uomo era stato fermato nel 2015 con il permesso scaduto, ma – nonostante il provvedimento d’espulsione – era stato più volte fermato dalle forze dell’ordine per reati inerenti allo spaccio di droga. Recentemente, l’algerino era stato anceh riconosciuto  dai poliziotti della Questura nel filmato andato in onda sul Tg satirico “Striscia la notizia” sullo spaccio nella zona della stazione ferroviaria: un servizio che aveva fatto molto discutere, anche sul fronte politico. Ma espellerlo davvero non è stato facile.

Per accompagnarlo alla frontiera, infatti, le forze dell’ordine devono avere un documento valido dello straniero, circostanza che spesso blocca l’esecuzione dei provvedimenti. Ma l’interessamento dei media ha fatto la differenza. Grazie al “riscontro mediatico nazionale”, infatti, il console algerino ha accordato il rilascio di un lasciapassare in via eccezionale. Documento grazie al quale lo spacciatore è stato rispedito a casa.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome