Tragedia sulla A21, Legambiente: verificare le responsabilità

Secondo Dario Balotta è necessario verificare se siano state rispettate tutte le procedure di sicurezza, prima e dopo il tragico impatto

0
Un'immagine dell'incendio seguito all'incidente lungo la autostrada A21 (Brescia) dal video della Polizia Stradale
Un'immagine dell'incendio seguito all'incidente lungo la autostrada A21 (Brescia) dal video della Polizia Stradale

La tragedia sulla A21? Le responsabilità potrebbero non essere solo del camionista che ha travolto prima l’auto con la famiglia francese e poi l’autocisterna. A dirlo è Dario Balotta, responsabile Trasporti di Legambiente, che – con una nota – pone una serie di interrogativi su quanto accaduto (il bilancio è di sei morti).

“C’è da chiedersi – chiede l’esponente di Legambiente – come mai,  dopo il primo tamponamento che ha portato alla chiusura dell’autostrada, non si sia attivato il servizio di Safety car da parte delle strutture autostradali, mentre la gestione dell’emergenza è rimasta in capo solo alla Polstrada. Va inoltre verificato – incalza – se il camion che ha schiacciato l’autovettura francese era sovraccarico di peso e se il camionista aveva rispettato le ore di guida al volante previste dalla normativa”.

Parole pesanti, che cozzano con quanto dichiarato dalle forze dell’ordine, secondo cui la responsabilità dell’accaduto (per distrazione o per un malore) sarebbe invece in capo al camionista, la cui frenata sarebbe stata soltanto di otto metri.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome