Pallanuoto, l’An doppia Lazio nella dodicesima di campionato: finisce 10 a 5

Al sette bresciano, l’incontro con il team di Sebastianutti doveva servire come importante test di avvicinamento alla sfida di Champions attesa sabato, in casa della Dinamo Mosca

0
An Brescia Pallanuoto, Janovic, foto da ufficio stampa
An Brescia Pallanuoto, Janovic, foto da ufficio stampa

A ranghi ridotti per le defezioni di Rizzo e Guerrato (attacco febbrile per il primo, leggera lussazione alla spalla, subita sabato, per il secondo), e con Manzi ancora non disponibile per problemi muscolari, l’An Brescia fa bottino pieno in casa della Lazio Nuoto, alla fine di un match tenuto sempre sotto controllo, senza sprechi di energie ma comunque gestito con la giusta determinazione: alla piscina dei Mosaici del Foro Italico, nel dodicesimo turno di campionato, la squadra di Sandro Bovo s’impone per 10 a 5 (3-0, 1-1, 3-1, 3-3, i parziali). Al sette bresciano, l’incontro con il team di Sebastianutti doveva servire come importante test di avvicinamento alla sfida di Champions attesa sabato, in casa della Dinamo Mosca, e, considerato anche il fatto di aver dovuto fare un po’ di straordinari a causa delle due assenze, si può dire che i biancazzurri abbiano eseguito il proprio dovere con un buon spirito di sacrificio e concretezza. Nel dettaglio, almeno per tre tempi, molto solida la difesa, con sole due reti al passivo, arrivate in inferiorità numerica (2/7, il dato complessivo), e due gli allunghi di sostanza – il 3 a 0 nel primo tempo e il 3 a 1 nel terzo -, che, di fatto, hanno deciso la gara. Dunque, pratica-Lazio archiviata e, ora, tutte le attenzioni vanno alla sfida di Mosca, appuntamento da cui Presciutti e compagni non vogliono tornare a mani vuote.

«Come sempre – commenta Mario Guidi, stasera in gol per due volte -, abbiamo dato il cento per cento, cercando di seguire con puntiglio le indicazioni del nostro tecnico, ovvero stare attenti in copertura e colpire al momento più opportuno. Magari non tutto è filato liscio, ma eravamo anche due in meno, però direi che è stata una buona prova in vista di sabato: a Mosca, sarà importantissimo fare punti e daremo il massimo per centrare l’obiettivo».

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome