Stasera Radio Uno Rai racconta il Brescia di Roberto Baggio

Nella radiocronaca di Tonino Raffa, i momenti salienti di Brescia-Fiorentina del 21 aprile 2002 che segnò il rientro sul terreno di gioco da protagonista di Roberto Baggio reduce da un infortunio

0
Gazzetta dello sport, una prima pagina dedicata a Roberto Baggio. Mito che ha giocato anche nel Brescia
Gazzetta dello sport, una prima pagina dedicata a Roberto Baggio. Mito che ha giocato anche nel Brescia

Lo scorso 10 gennaio la storica trasmissione di Radio 1 Rai “Tutto il calcio minuto per minuto” ha festeggiato il suo 58esimo compleanno con la presenza di tutte le voci ormai familiari agli ascoltatori: da quella del conduttore in studio Filippo Corsini a quella di Giovanni Scaramuzzino che ogni fine settimana trasmette la partita dal campo principale.

Già da lunedì 8 gennaio il programma serale “Zona Cesarini” – condotto da Maurizio Ruggeri con la regia di Ombretta Conti, in onda a partire dalle ore 22.05 su Radio 1 Rai – ha dedicato ampio spazio all’avvenimento che vivrà il suo momento conclusivo proprio stasera dedicando una parte importante del suo repertorio proprio al Brescia.

Nella radiocronaca di Tonino Raffa, i momenti salienti di Brescia-Fiorentina del 21 aprile 2002 che segnò il rientro sul terreno di gioco da protagonista di reduce da un infortunio.

Ci sarà spazio anche per il resto dei contributi storici con le voci dei grandissimi Enrico Ameri e Sandro Ciotti, poi Roberto Bortoluzzi e Alfredo Provenzali, quindi la nuova generazione di cronisti da Gentili a Repice senza dimenticare naturalmente Riccardo Cucchi che ha passato il testimone dal primo campo proprio a Giovanni Scaramuzzino.

Tra gli ospiti della serata oltre a Tonino Raffa, anche Carlo Nesti e Francesco Pancani che ricorderà il papà Gianfranco, corrispondente dalla Toscana della storica trasmissione.

Quindi risentiremo dalla voce dei radiocronisti inviati sui campi, l’annuncio in diretta al momento della conquista dei vari scudetti a partire dagli Anni Settanta. Spazio ai nuovi inviati e imperdibile “amarcord” dei corrispondenti attuali e di un tempo dalle varie sedi regionali.

L’emozione capace di diventare radiocronaca: un viaggio in simbiosi con l’ascoltatore sulle onde delle frequenze che fanno immaginare a intere generazioni il gioco più bello del mondo. Un tuffo nel passato per una radio che sa guardare al futuro.

Per seguire la diretta:  www.raiplayradio.it oppure http://bit.ly/2CxVRyR

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome