Confartigianato, Massetti: no alla politica, sì al terzo mandato

Confartigianato Brescia conta oggi 14.872 soci (che versano dai 50 ai 350 euro all'anno), e ben 162 fra dipendenti e collaboratori suddivisi tra 15 uffici di mandamento

0
ECONOMIA A BRESCIA - Eugenio Massetti (presidente Confartigianato) - diritti Andrea Tortelli

Eugenio Massetti è pronto per il terzo mandato alla guida di Confartigianato Brescia e Lombardia Orientale. A dare l’annuncio è stato l’interessato, durante una conferenza convocata per fare il punto su quanto fatto nell’ultima annata.

Il voto potrebbe arrivare in estate, prima della scadenza naturale (fissata per novembre). E Massetti, come riportato da diversi media, ha confermato la sua disponibilità (“mi sono messo a disposizione e mi sono pervenute sollecitazioni”), smentendo invece l’ipotesi di una sua discesa in politica. Da tempo, infatti, si parla di una sua possibile candidatura a Roma nelle file del centrosinistra. Ma (almeno stavolta) non ci sarà. “Anche se la politica è da sempre la mia passione – ha detto il presidente di Confartigianato – trovo che oggi sia troppo incattivita per me: rispetto chi si mette in gioco, ma credo di poter lavorare per il bene comune anche in Confartigianato, la più grande sigla degli artigiani a livello nazionale”.

A supportarlo ci sono i numeri, a partire da un bilancio mai in rosso negli ultimi otto anni (nel 2017 l’utile è stato a cinque zeri) nonostante non manchino ancora le difficoltà nell’economia reale, soprattuto nei settori dell’edilizia (in calo dell’1,8 per cento) e del manifatturiero (meno 1,5 per cento).

Confartigianato Brescia conta oggi 14.872 soci (che versano dai 50 ai 350 euro all’anno),  e ben 162 fra dipendenti e collaboratori suddivisi tra 15 uffici di mandamento.

Comments

comments

LEAVE A REPLY