Taggano muri e cavalcavia, ma le telecamere li inchiodano

Le ultime operazioni, in 5 anni sono 125 i denunciati, ha portato all'individuazione di sei ragazzi maggiorenni e italiani che imbrattavano muri del centro storico e del lungo Mella

0
Writer metro
Writer metro

Continua la lotta dell’amministrazione contro i writers e non accenna ad alleggerirsi.

Le ultime operazioni – in cinque anni sono 125 i denunciati – ha portato all’individuazione di sei ragazzi maggiorenni e italiani che imbrattavano muri del centro storico e del lungo Mella.

Ventinove le bombolette che, stando a quanto riporta Bresciaoggi, sono state ritrovate nelle mani di due giovani di 21 e 22 anni, sorpresi mentre taggavano il cavalcavia ferroviario dell’Alta velocità nei pressi di via Orzinuovi. “Sushi” e “Milove” i nomi dei due, muniti di rulli, treppiedi e altri strumenti utili all’imbrattamento.

Il lavoro della Polizia Locale ha inoltre permesso di scovare quattro membri della crew Otc, che dalla periferia si erano lentamente spostati con le proprie opere verso il centro città. Seguendo i loro spostamenti anche con l’aiuto delle telecamere, la Locale ha individuato tre giovani bresciani e uno residente in provincia, a Passirano.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome