Brescia, ripartenza da incubo. Ko contro l’Avellino

0
Brescia-Avellino, foto da sito ufficiale Brescia Calcio
Brescia-Avellino, foto da sito ufficiale Brescia Calcio

Finito male il 2017 con la sconfitta in casa contro l‘Ascoli, diretta concorrente per la salvezza, il 2018 del Brescia dopo la pausa invernale non inizia affatto con il piede giusto. Ancora una sconfitta casalinga, questa volta contro l’Avellino (che non vinceva fuori casa addirittura da fine novembre…) in una partita indubbiamente divertente con ben cinque gol ma che porta gli uomini del rientrante allenatore Roberto Boscaglia in piena zona playout.

Neppure il calendario aiuta il Brescia visto che sabato prossimo dovrà scendere a Palermo dove ad attenderlo alle 15 al Renzo Barbera ci sarà la squadra capolista del campionato cadetto. Un match sulla carta proibitiva anche secondo le quote dei siti specializzati come Unibonus scommesse anche se ovviamente i pronostici esistono anche per essere smentiti e questa è la speranza di tutti i tifosi bresciani.

Tornando al match contro l’Avellino arbitrata dal signor Balice di Termoli, c’è stato più di un capovolgimento di fronte. I campani vanno in vantaggio al sedicesimo minuto del primo tempo con Molina. Il Brescia però non si arrende e in due minuti effettua una fantastico ribaltone grazie ad una doppietta di Torregrossa. Fine del primo tempo con entusiasmo sugli spalti (oltre 10.000 le presenze al Mario Rigamonti) ma dopo la pausa, cambia nuovamente la musica in campo: il pareggio dell’Avellino arriva all’ottavo minuto della ripresa con Castaldo e poi Bidaoul al quindicesimo sancisce il risultato sul definitivo 2 a 3. Negli ultimi due goal dell’Avellino, pesanti errori della retroguardia bresciana a dir poco inspiegabili per non dire intollerabili in un campionato importante e di valore come quello di Serie B.

Unica nota positiva dell’incontro contro i lupi irpini, il raggiungimento da parte di Andrea Caracciolo delle quattrocento presenze in match ufficiali con il Brescia. Caracciolo ha segnato fino ad oggi per le rondinelle 175 gol, con una media di quasi una rete ogni due partite. Speriamo che l’airone continui o aumenti la sua media gol e porti la nostra compagine ad una salvezza serena in questa stagione oltremodo movimentata.

Per uscire dall’empasse, il Brescia sta anche pensando di sfruttare gli ultimi giorni di calciomercato per rinforzare il più possibile la rosa. Tra i nomi più ricorrenti nelle ultime ore c’è quello di Carlos Embalo, esterno offensivo proprio di quel Palermo da affrontare sabato prossimo. Sulle sue tracce ci sono anche altre squadre di B come Pescara e Novara ma sembra che sia stato il giocatore stesso proveniente dalla Guinea-Bissau ad indicare Brescia come destinazione preferita. Il suo agente, Beppe Accardi, sta lavorando dietro le quinte per portare a termine la trattativa e rafforzare così il reparto offensivo della nostra squadra.

Già preso ufficialmente invece il giovanissimo esterno slovacco Nikolas Spalek. Classe 1991, Spalek sarebbe finito nel mirino anche di importanti squadre inglesi come Arsenal, Liverpool e Southampton. Spalek arriva al Brescia dal MSK Zilina, la squadra da cui è giunto in Italia anche Milan Škriniar. Ci si augura ovviamente che possa rivelarsi di qualità pari al difensore oggi in forze all’Inter e su cui tanti top team europei guardano per rafforzare il proprio reparto difensivo.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome