Contrordine compagni: nel Pd Berlinghieri al posto di Galperti

Nottetempo dal collegio proporzionale bresciano è sparita l' "intrusa" siciliana ed è ricomparsa Marina Berlinghieri. Cosa è successo? I rumors danno per scontato l'intervento di Dario Franceschini

0
Marina Berlinghieri
Marina Berlinghieri

La nottata ha portato altri stravolgimenti nelle liste del per Camera e Senato. I democratici bresciani – contenti o delusi che fossero – ieri apparivano certi del quadro che consegnava ad Alfredo Bazoli l’unica candidatura sicura e a Galperti un posto in caso di dimissioni obbligate della siciliana Francesca Raciti (con Vivenzi a sudarsi un posto nell’uninominale). Con l’orlandiana Miriam Cominelli fuori (e in corsa per le Regionali) nella logica di premiare solo le correnti alleate a Renzi.

Invece le liste pubblicate stamane sul sito nazionale del Pd (sempre che non si tratti di un clamoroso refuso) confermano solo una cosa: Renzi ha compilato gli elenchi senza tenere in conto le istanze del territorio. Nottetempo, infatti, dal collegio proporzionale bresciano è sparita l’ “intrusa” siciliana ed è ricomparsa . Cosa è successo? I rumors danno per scontato l’intervento di Dario Franceschini. Ma al momento l’unica certezza è che ancora una volta la decisione di Roma scavalca le indicazioni dei territori (la Valcamonica aveva puntato su Bezzi), che avevano indicato in , e i tre nomi della leonessa.

Per quanto riguarda gli altri candidati nell’uninominale (fuori anche il Galpertiano Ottelli nelle valli) i nomi sono: Vicenzi in città, Giovanna Benini nel collegio di Lumezzane, Maria Chiara Soldini sul Garda e l’ex grillina Mara Mucci a Palazzolo sull’Oglio. Per il Senato, invece, il candida due non : Ignazio Messina (in quota Italia dei valori) su Brescia e Lorenzo Cinquepalmi (in quota dei socialisti di Insieme).

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome