Spacciavano coca al supermercato: coppia nei guai

Nell'abitazione i vigili hanno trovato materiali per condurre l’attività di spaccio, tra cui 102 pacchetti di cocaina, per un totale di circa 70 grammi

0
L'assessore Muchetti con il comandante dei vigili Muchetti, foto da Facebook
L'assessore Muchetti con il comandante dei vigili Muchetti, foto da Facebook

Nel pomeriggio di martedì 30 gennaio, dopo ripetute segnalazioni pervenute agli agenti, la Polizia Locale ha arrestato due persone che spacciavano cocaina al supermercato Coop di via Salgari.

Decisiva è stata l’osservazione dei movimenti di un italiano, giunto al parcheggio durante uno dei controlli delle pattuglie. L’uomo, dopo avere mostrato evidenti segni di impazienza mentre telefonava, è stato avvicinato da una Volkswagen Passat grigia, a bordo della quale sedevano un quarantenne di origini ivoriane e una trentottenne cittadina senegalese. Il cliente è entrato nel retro dell’auto, dopodiché è avvenuto lo scambio, alla fine del quale l’uomo, ora in possesso di una piccola dose di stupefacente, è stato fermato dalle forze dell’ordine.

Altri agenti hanno seguito lungo via Corsica la station wagon, i cui occupanti sono stati trovati in possesso di 290 euro in contanti e due telefoni cellulari. I due fermati hanno comunicato indirizzi di residenza discordanti: l’uomo sosteneva di abitare in via Rose, la donna a Botticino Sera, dichiarando due vie distinte a due agenti diversi. L’analisi dei documenti dell’ivoriano ha però dimostrato come i due in realtà abbiano dimora presso via Piemonte: all’interno dell’appartamento, apparecchiature tecnologiche d’avanguardia, vestiti firmati, arredamento elegante, scarpe, profumi ed altri articoli costosi.

Oltre a queste comodità, sono stati trovati anche materiali per condurre l’attività di spaccio, tra cui 102 pacchetti di cocaina, per un totale di circa 70 grammi. Nella camera da letto, oltre a indumenti, gioielli e orologi c’era un articolo di giornale su un precedente arresto condotto dai Carabinieri di Brescia ai danni del quarantenne che, con la collaborazione di un cittadino albanese, aveva rapito un connazionale dopo che quest’ultimo non aveva saldato un debito di droga. Infine sono stati scovati e sequestrati 1010 euro in contanti. I due sono stati arrestati e condotti al Comando di via Donegani e sono ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Comments

comments

LEAVE A REPLY