A piedi sui binari di notte, 21enne: suicidio? No, vado a Milano

La spiegazione non è bastata a evitare al giovane richiedente asilo una denuncia per procurato allarme e interruzione di pubblico servizio

0
Binari della ferrovia a Brescia
Binari della ferrovia a Brescia

Un tentativo di suicidio? Macché, sto andando a Milano a piedi. E’ più o meno questo che ha risposto agli agenti della Polfer un richiedente asilo di 21 anni originario della Guinea intenzionato a raggiungere il capoluogo lombardo seguendo la direttrice dei binari. Ma la spiegazione non è bastata a evitargli una denuncia per procurato allarme e interruzione di pubblico servizio.

Il giovane, infatti, – secondo quanto riporta un articolo di Giancarlo Chiari su Bresciaoggi – era stato fermato dagli agenti mercoledì sera mentre percorreva la vecchia linea per Milano. Portato in commissariato, era quindi stato rilasciato con una denuncia a carico. Ma il 21enne – una volta libero – ha ripreso il suo cammino lungo la ferrovia, stavolta la Tav Treviglio Brescia, dove giovedì le forze dell’ordine – a seguito delle segnalazioni di diversi automibilisti – l’hanno intercettato nuovamente. Il richiedente asilo, stavolta, è stat accompagnato alla questura di Bergamo. Un po’ più vicino alla sua meta.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome