Rissa in Stazione, Tacconi (Lega): alcune zone sono invivibili

Il capogruppo in Consiglio comunale a Brescia del Carroccio attacca la Loggia sulla sicurezza del centro storico

1
Massimo Tacconi
Massimo Tacconi

“L’ennesima rissa tra immigrati scoppiata ieri in stazione testimonia come l’integrazione tanto sbandierata da alcuni organi di stampa e dai politici di sinistra sia solo teorica. La realtà è ben diversa dalla fantasia. La presenza massiccia di immigrati, di richiedenti asilo e di clandestini nelle zone sensibili della città sta rendendo invivibili alcuni quartieri, ma anche alcune zone del centro storico”. Lo afferma Massimo Tacconi, capogruppo in Consiglio comunale a Brescia della Lega – Salvini Premier e titolare di una storica pasticceria della zona della Stazione di Brescia.

“Brescia merita di più. Maggiore sicurezza, maggiori controlli delle forze dell’ordine, presidio fisso nel piazzale stazione e controllo delle attività commerciali devono essere i punti fondamentali del programma per rilanciare la nostra città e i suoi punti d’accesso” conclude Tacconi.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Sotto campagna elettorale e sempre con gli stessi slogan. Nei cinque anni passati nei banchi dell’opposizione il nulla. Anche adesso, su altri argomenti, tipo inquinamento, cambi nella viabilità cittadina, raccolta differenziata, municipalizzate, consigli (inutili) di quartiere, lavori pubblici, metro, ecc…. il nulla. Evidentemente anche al vostro capetto non interessa la città, interessa la poltrona in regione, come ha ampiamente dimostrato nelle candidature.

Rispondi a considerazione Cancel reply